ASCOLTA RLB LIVE
Search

I metalmeccanici dicono ‘No al rigassificatore’

GIOIA TAURO – ‘Un’opera pericolosa sia per i lavoratori che per i residenti’.

Il comitato direttivo della Fiom Calabria ha approvato un ordine del giorno contrario alla costruzione del rigassificatore di Gioia Tauro. “La Calabria e il Mezzogiorno – si legge nel documento – non possono essere piu’ usate come luoghi dove allocare opere pericolose e inquinanti sia per i lavoratori che ci lavorano sia per le popolazioni residenti, e il rigassificatore e’ una opera estremamente pericolosa. In caso di incidente ci sarebbe una devastazione del territorio nel raggio di 50 chilometri con effetti devastanti sulle popolazioni residenti che e’ facile immaginare e tutto questo in cambio di poche decine di posti di lavoro. Questo non puo’ essere il modello di sviluppo per la Calabria. Bisogna spezzare il legame di un lavoro purchessia in cambio della devastazione dell’ambiente e delle risorse naturali della nostra terra”. Il comitato direttivo della Fiom Calabria ha approvato un ordine del giorno contrario alla costruzione del rigassificatore di Gioia Tauro. “La Calabria e il Mezzogiorno – si legge nel documento – non possono essere piu’ usate come luoghi dove allocare opere pericolose e inquinanti sia per i lavoratori che ci lavorano sia per le popolazioni residenti, e il rigassificatore e’ una opera estremamente pericolosa. In caso di incidente ci sarebbe una devastazione del territorio nel raggio di 50 chilometri con effetti devastanti sulle popolazioni residenti che e’ facile immaginare e tutto questo in cambio di poche decine di posti di lavoro. Questo non puo’ essere il modello di sviluppo per la Calabria. Bisogna spezzare il legame di un lavoro purchessia in cambio della devastazione dell’ambiente e delle risorse naturali della nostra terra”.