ASCOLTA RLB LIVE
Search

Peschereccio si arena sulla spiaggia, a bordo 100 persone

LOCRI – Un altro barcone della speranza approda in Calabria.

Lo sbarco di immigrati sulla costa ionica reggina avvenuto nella notte è il terzo in meno di quarantotto ore. Uno sbarco che poteva trasformarsi in tragedia. Per fortuna il peggio è stato scongiurato. Un peschereccio lungo 16-18 metri si è arenato tra le 3 e le 4 del mattino sulla spiaggia del lungomare di Locri. A bordo dell’imbarcazione erano stipate un centinaio di migranti, tutti uomini, la maggior parte minorenni. Arrivano da Siria, Libia, Egitto e la trasferta non dev’essere stata tra le più facili. Sette persone sono state infatti ritrovate in condizioni di salute precarie ed immediatamente trasportate in ospedale. Il piu’ grave di loro è un minore con una sospetta frattura al piede verosimilmente causata dagli smottamenti provocati dalle onde e dal sovraffollamento del natante. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Locri, diretta dal capitano Nico Blanco. Gli adulti, circa 80 si trovano attualmente sistemati all’interno del locale palazzetto dello sport di contrada Licino. E’ invece in corso di valutazione il contesto entro il quale dovranno essere accolti i minori. Nel frattempo molti avrebbero tentato di scappare dopo lo sbarco per sfuggire alla detenzione nei centri di prima accoglienza. Carabinieri e Guardia di Finanza stanno attvamente ricercando i fuggitivi.