ASCOLTA RLB LIVE
Search

Crotone primo aeroporto d’Italia nel 2015 per incremento passeggeri

Perdono colpi Lamezia e Reggio Calabria.

CROTONE – Nel 2015 l’aeroporto di Crotone (Pitagora Sant’Aanna) ha fatto registrare il maggiore incremento, in termini percentuali, di passeggeri in transito rispetto all’anno precedente: un incremento che si attesta ad un +445%.

 

In dati assoluti nel 2015 sono transitati dallo scalo aereo di Sant’Anna 276.277 passeggeri, nel 2014 i transiti registrati si erano fermati a 65.699, quindi un trend positivo con un +44%. Dati sicuramente “esplosi” grazie all’arrivo di Ryanair, che al momento vola per Bergamo, Pisa e Roma-Ciampino (dal 27 marzo 2016 per Roma-Fiumicino). Oltre alla percentuale di incremento del transito passeggeri, un altro dato è salito alle stelle: il coefficiente di riempimento volo (a Crotone pari a 142,41) che colloca lo scalo pitagorico tra i migliori dello stivale (il quarto dietro Treviso, Ciampino e Trapani).

 

Dati straordinari che confermano le potenzialità dell’aeroporto crotonese, oramai punto di riferimento dell’intera Calabria ionica. Nessun altro aeroporto italiano ha saputo incrementare il transito passeggeri come quello di Crotone, e nussun aeroporto è riuscito neanche ad avvicinarsi a questa straordinaria performance.

 

Per capire meglio la portata del successo crotonese basta guardare al secondo classificato (l’aeroporto di Perugia) che ha fatto registrare un incremento percentuale del +32,1%. 

Aeroporto Crotone

Orio al Serio (Bergamo) e Roma Ciampino seguono in classifica con un rispettivo +18,6% e +13,3%. Numeri molto lontani da quelli dello scalo aereo crotonese. La grande performance dell’aeroporto di Crotone in termini di aumento del traffico passeggeri appare ancora più marcata se raffrontata a quelle degli altri due scali calabresi. Lamezia Terme, che in termini assoluti ha visto transitare 2.341.943 di passeggeri nel 2015, ha segnato un -2,8% rispetto al 2014. Reggio Calabria si e’ fermato a 490.804 passeggeri in transito con una flessione del -5,2%.

 

Nel corso del 2015 in Calabria sono transitati 3.108.808 di passeggeri (erano 2.993.562 nel 2014) con un incremento del +3,8. Ma se a questo dato si toglie l’incremento dello scalo crotonese (l’unico in regione) il risultato finale sarebbe una vistosa flessione.

Non solo, tornando ai dati assoluti, gli altri due aeroporti calabresi nel 2015 hanno perso 95.116 passeggeri rispetto al 2014 (-68.334 Lamezia Terme, e -26.782 Reggio Calabria). L’aeroporto di Crotone ha guadagnato poco oltre 210 mila passeggeri, a dimostrazione che il Sant’Anna non ruba a nessuno, al contrario macina passeggeri in piena autonomia.

 

Oltre alla percentuale di incremento del transito passeggeri, c’è un altro dato che sancisce gli ottimi risultati dell’aeroporto di Crotone : il coefficiente di riempimento volo (a Crotone pari a 142,41) che colloca lo scalo pitagorico tra i migliori dello stivale (il quarto dietro Treviso, Ciampino e Trapani).

 

Un anno da incorniciare quello trascorso dallo scalo aereo crotonese, un anno pieno di successi (macchiato dal fallimento della società aeroportuale!), e di dati positivi che sono ancora più nitidi se raffrontati con quelli degli altri aeroporti.