carabinieri

Tentano di uccidere un cane impiccandolo, per fortuna viene salvato da alcuni passanti

Criminali, che con ferocia hanno indotto ad un povero cane ad ore e ore di sofferenza. E’ accaduto a Serra San Bruno, nel Vibonese.

 

SERRA SAN BRUNO (VV) – Hanno portato il povero cane in un sottoscala di un’abitazione abbandonata, e non si capisce per quale motivo hanno compiuto un gesto da criminali, crudele, contro una creatura che non ha potuto difendersi. I criminali, così sono da definire, hanno tentato di impiccare un cane randagio legandogli al collo e attorno alla pancia un filo di ferro alla pancia e poi lo hanno lasciato penzolare da un sottoscala di un palazzo disabitato. I guaiti del povero animale in una sofferenza atroce, sono stati sentiti da alcune persone che la mattina hanno fatto l’orribile scoperta e sono riusciti a salvarlo: era agonizzante ma ancora vivo. Ora il cane è stato affidato ad un centro di ricovero specializzato. Sul posto sono intervenutii Carabinieri, coordinati dal tenente Mattia Ivano Losciale, ed il sindaco Bruno Rosi che ha immediatamente provveduto a contattare un veterinario. Si spera che gli inquirenti possano individuare i responsabili di questo gesto da persone ‘inumane’. Perchè chi compie un’azione del genere, ha certamente qualche problema ed è pericoloso.

UNA TAGLIA PER INDIVIDUARE I RESPONSABILI

Venti mila euro; una taglia che sarà pagata dall’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente – AIDAA a chi “aiuterà ad identificare, denunciare e far condannare il responsabile o i responsabili della tentata impiccagione di un cane avvenuta ieri a Serra San Bruno in provincia di Vibo Valentia”.
Lo rende noto la stessa associazione in un comunicato.