Emergenza prostituzione nella sibaritide

COSENZA – Sconcertante il fenomeno della prostituzione presente sulla strada che da Sibari porta a Rossano Calabro. A parlare è il sociologo Antonio Marziale,

presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori e candidato capolista al Senato, in Calabria, per IO AMO L’ITALIA, movimento che fa capo all’on. Magdi Cristiano Allam.

“Decine di ragazze, anagraficamente a cavallo tra la minore e la maggiore età – spiega Marziale – intente a prostituirsi in modo indisturbato. Si tratta di una fenomenologia che, a quanto mi hanno riferito gli abitanti del luogo, persiste da molto tempo nella più totale indifferenza. Tutto ciò è inaccettabile”.

Per Marziale: “In una regione dove il rischio illegalità è alle stelle, la fenomenologia della prostituzione assume contorni ancor più torbidi. Non si può predicare bene e razzolare male e la colpa di tutto ciò è soltanto di uno Stato che – incalza il sociologo – pretende le tasse ma non è in grado di garantire le benché minime norme di sicurezza pubblica”.

Il candidato capolista al Senato, per IO AMO L’ITALIA, conclude: “Ho raccolto le lamentele degli abitanti del luogo e le giro alle istituzioni competenti e all’opinione pubblica. Occorre mettere in situazione di sicurezza le sventurate costrette a stare sulla strada e impedire che i bambini si imbattano ogni giorno davanti a simile degrado. Spero qualcuno si degni di fare qualcosa”.