Ammortizzatori sociali, Scopelliti ‘tira le orecchie’ al Governo

 

REGGIO CALABRIA – Mobilità e cassa integrazioni in deroga. Il governatore della Calabria alza la voce contro Palazzo Chigi.

 

“Il Governo deve rispettare gli impegni presi con la Regione Calabria per gli oltre ventimila lavoratori calabresi e mettere a disposizione la somma necessaria per il pagamento degli ammortizzatori sociali in deroga sino al 31 dicembre 2012”. Lo ha dichiarato – informa una nota dell’Ufficio stampadella Giunta regionale – il Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti. “Numerose sono state nei mesi scorsi le sollecitazioni in tal senso fatte al Ministro Fornero dalla Regione assieme alle organizzazioni sindacali, con le quali si sono sempre condivise le decisioni ed i percorsi da intraprendere. La Regione Calabria – ha aggiunto Scopelliti – ha adempiuto a tutti gli impegni assunti erogando già cinquantotto milioni di euro e prevedendo l’impegno di ulteriori trentasei milioni in aggiunta a quelli concordati con il Ministero. Non siamo più disponibili ad assumerci responsabilità che non ci appartengono. Il Governo centrale deve mantenere gli impegni assunti. Oggi, nel corso di un colloquio telefonico tra l’assessore Stillitani ed il Ministro Fornero, il Governo ha espresso la volontà di adempiere al proprio impegno mettendo a disposizione della Calabria ulteriori quaranta milioni di euro. Tale cifra – ha evidenziato Scopelliti – non è però sufficiente a coprire le intere spettanze dei lavoratori e pertanto al rifiuto espresso dall’assessore di accettare tale offerta, il Ministro ha chiesto qualche giorno di tempo ed una relazione dettagliata sulla destinazione delle somme per procedere alla quantificazione definitiva delle somme da destinare alla Calabria. Almeno questo – ha concluso il Presidente della Regione – il Governo dei tecnici lo deve al nostro territorio”.