Guccione solidale con i dipendenti della Madonna della Catena - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

Guccione solidale con i dipendenti della Madonna della Catena

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – Quella promessa non mantenuta. Il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, aveva garantito il suo personale

impegno, per risolvere la questione della casa di cura privata “Madonna della Catena” di Laurignano, una delle strutture eccellenti nel panorama della riabilitazione. Ebbene a distanza di tempo, dal suo impegno, non è successo niente e i lavoratori continuano a vivere nella più totale incertezza economica ed occupazionale. Da due giorni hanno ripreso lo stato di agitazione, per via di quelle undici mensilità arretrate di cui sono in credito. Ma oltre che dal puinto di vista dei mancati pagamenti, i dipendenti della struttura, sono fortemente preoccupati per le incognite, troppe, tante, che minano il loro futuro.Sulla vicenda è intervenuto anche il consigliere regionale del Pd, Carlo Guccione che, in una nota, afferma: «Scopelliti mantenga gli impegni assunti nella riunione del marzo 2012 con i sindacati ed i lavoratori della Casa di cura “Madonna della Catena” di Laurignano». L’esponente Democrat, inoltre esprime «vicinanza e solidarietà ai lavoratori di questa importante struttura sanitaria alle porte della città di Cosenza, dopo aver appreso la notizia che i rappresentanti dei lavoratori hanno deciso di interrompere le trattative, proclamato lo stato di agitazione e organizzato un nuovo sit-in di protesta davanti alla casa di cura di Laurignano». «Il presidente della giunta regionale, insieme al commissario liquidatore della struttura e alla nuova proprietà – sostiene Guccione – aveva assicurato che tutti i posti di lavoro sarebbero stati salvaguardati. Lo stato di agitazione proclamato in queste ore dai lavoratori per il mancato rispetto di questo impegno va in direzione opposta rispetto alle rassicurazioni offerte in passato e rappresenta un pericoloso campanello d’allarme per i lavoratori impegnati in questa struttura. Scopelliti deve immediatamente convocare una riunione alla presenza di tutte le parti interessate e adoperarsi perché nessun posto di lavoro possa essere perduto e si possano contestualmente rilanciare le funzioni sanitarie importanti e qualificate che in passato questa struttura ha offerto ai cittadini provenienti da tutta la Calabria e da altre regioni per la presenza di personale altamente qualificato e specializzato». «La Calabria e la città di Cosenza – conclude Guccione – non possono continuare a privarsi di esperienze che rappresentano vere e proprie eccellenze nel campo sanitario e riabilitativo. Ognuno, in primo luogo chi governa la nostra regione, deve fare fino in fondo la propria parte con responsabilità e lealtà evitando che, ancora una volta, la più grande provincia della Calabria subisca nuovi drammatici tagli all’occupazione e si privi di strutture che sono state e possono essere ancora per molto tempo un vero e proprio fiore all’occhiello in questo particolare e difficile settore della sanità calabrese».

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza