Coldiretti: mettere fiumi e torrenti in sicurezza - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

Coldiretti: mettere fiumi e torrenti in sicurezza

Avatar

Pubblicato

il

CATANZARO – La Coldiretti Calabria, nonostante il maltempo, 24 ore su 24 continuano a lavorare nel Parco Archeologico di Sibari. Un’altra idrovora messa a

disposizione dal Consorzio di Bonifica del Pollino, ha potenziato la batteria di mezzi. Ma adesso bisogna pensare anche al futuro e’ il monito di Pietro Molinaro presidente di Coldiretti Calabria. La difesa del suolo in Calabria, da troppi anni si intreccia unicamente con la gestione dell’emergenza e ne paghiamo un prezzo alto. Oggi Sibari con il fiume Crati ma ancora nel recente passato Soverato, il Fiume Savuto e Neto e l’elenco potrebbe continuare con altre situazioni che hanno ferite aperte e profonde.

“Le analisi sulle non efficaci politiche di prevenzione volte alla tutela del suolo e delle acque in regime ordinario sono state ormai fatte da tempo- continua Molinaro – adesso occorre “fare” e ottimizzare le risorse che ci sono per non ridurre il tutto ad ordinanze di Protezione Civile. Su cosa si puo’ intervenire per il presidente della Coldiretti Calabria e’ molto chiaro.

In primis l’accordo di programma finalizzato al finanziamento di interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico tra la Regione Calabria e il Ministero dell’Ambiente del 25 novembre 2010 e sancito con verbale di accordo del 11 gennaio 2012 firmato dal presidente Scopelliti e dai ministri Barca ( Coesione Territoriale) e Clini (Ambiente). In sostanza si tratta di 220milioni di euro cofinanziati tra Stato e Regione Calabria, assegnati a Province e Comuni.

Occorre, ad avviso di Coldiretti Calabria, che il presidente Scopelliti e la Giunta Regionale, rimodulino gli interventi dando priorita’ a fiumi e torrenti. Anche i Fondi Fas riprogrammati, (“niente e’ intoccabile”), potrebbero essere utilizzati per la prevenzione in particolare per la messa in sicurezza per fiumi e torrenti. Gli enti di bonifica poi, potrebbero operare in regime di sicuro risparmio anche con l’utilizzo degli operai idraulico-forestali come prevede la Legislazione Regionale mantenendo quindi i livelli occupazionali e dando nel contempo dimostrazione reale di “forestazione produttiva” da molti evocata e mai realmente perseguito.

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza