"A cena a casa di Pittelli". Trasferiti 2 giudici della Corte di Appello di Catanzaro - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Calabria

“A cena a casa di Pittelli”. Trasferiti 2 giudici della Corte di Appello di Catanzaro

Lo ha deciso il Consiglio superiore della magistratura che contesta i “rapporti” con l’ex parlamentare di Forza Italia indagato

Avatar

Pubblicato

il

CATANZARO – Il Plenum del Consiglio superiore della magistratura ha votato a favore della proposta della prima commissione del Csm di trasferire i giudici della Corte d’Appello di Catanzaro Giuseppe Perri e Pietro Scuteri per incompatibilità ambientale. La decisione è stata presa con 17 voti a favore e sei astenuti. Ai due giudici erano contestati i “rapporti di non distaccata frequentazione con Giancarlo Pittelli”, durante i quali si sarebbero occupati di procedimenti patrocinati dall’avvocato.

Tra le altre cose, come è emerso dalle indagini del processo Rinascita Scott – nel quale Pittelli è imputato con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa – il 16 marzo del 2018 i due, all’epoca entrambi giudici per le indagini preliminari al tribunale di Catanzaro, parteciparono a una cena a casa di Pittelli, ex parlamentare di Forza Italia, che venne intercettata con un trojan nel cellulare dello stesso avvocato.

Perri e Scuteri attualmente sono consiglieri della Corte d’appello di Catanzaro e per questo, per il Csm, sarebbero potenzialmente in grado di compromettere la possibilità di svolgere, “in maniera serena, indipendente ed imparziale, anche sul piano della percezione esterna e della necessaria credibilità”, le loro funzioni nel settore penale della Corte d’appello di Catanzaro, “nel quale patrocinano i colleghi di studio dell’avvocato Pittelli ed al quale, con ogni probabilità, confluirà il processo Rinascita Scott”. I due giudici avevano chiesto di essere trasferiti nel settore civile della Corte d’appello ma la proposta è stata oggi respinta dal Plenum che ha deciso per il trasferimento dei due magistrati.

Calabria

In Cittadella riunione operativa per la rete emergenza-urgenza della Regione

Prevista una simulazione del funzionamento di 112 e 118. In quest’ambito avverrà la presentazione della Telecardiologia e della rete di Refertazione ECG

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CATANZARO – Lunedì 12 dicembre, con inizio alle 11, nella Sala Verde della Cittadella di Catanzaro, si terrà una riunione operativa dedicata alla rete di emergenza-urgenza della Regione e alla formazione degli operatori degli enti del Terzo Settore. Dopo l’apertura dei lavori da parte del presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, seguirà la simulazione di funzionamento delle Centrali Numero Unico Europeo per le Emergenze (NUE 112) e della Sala Operativa Regionale Emergenza-Urgenza (SOREU 118) e la presentazione degli Interventi Strutturali per la creazione della Rete dell’Emergenza-Urgenza extra-ospedaliera della Calabria.Durante l’incontro verranno trattate le principali tematiche sulla Rete Emergenza-Urgenza: il nuovo assetto delle centrali Operative NUE 112 e SOREU 118 (Dr. Riccardo Borselli); Telecardiologia e refertazione ECG in emergenza-Urgenza (Dr. Giovanni Bisignani); Rete pediatrica STEN e STAM (Dr. Gianfranco Scarpelli); Rete Stroke (Dr. William Auteri e Dr. Rosario Iannacchero); Elisoccorso Calabria (Dr. Pasquale Gagliardi).

Dalle 14:30 prenderà il via, nella Sala Turchese della Cittadella, un incontro riservato ai rappresentati legati degli Enti del Terzo Settore sul tema: Istituzione Consulta degli Enti del Terzo Settore in materia di Emergenza-Urgenza e Maxiemergenza – regolamento per la composizione, le competenze ed il funzionamento della consulta degli Enti, Organismi, Associazioni di Volontariato e delle Cooperative Sociali. Dalle ore 15, invece, nuovamente presso la Sala Verde, si terrà un incontro dedicato ai componenti del tavolo regionale emergenza-urgenza e dei tavoli tecnici delle reti tempo-dipendenti riuniti in modalità congiunta.

In quest’ambito avverrà la presentazione della Telecardiologia e della rete di Refertazione ECG in emergenza-Urgenza (Dr. Giovanni Bisignani); la presentazione della Bozza di Rete STEN e STAM in Calabria (Gruppo Regionale di Lavoro per la Rete dell’Emergenza Pediatrica) a cura del Dr. Gianfranco Scarpelli e la Presentazione della Bozza di Rete Stroke in Calabria (Gruppo Regionale di Lavoro per la Rete Stroke) da parte del Dr. Rosario Iannacchero.
I lavori della mattinata saranno aperti alla stampa, che potrà seguire gli interventi dei relatori e la simulazione di funzionamento delle Centrali Numero Unico Europeo per le Emergenze (NUE 112) e della Sala Operativa Regionale Emergenza-Urgenza. Nel cortile esterno della Cittadella saranno presenti mezzi e squadre che simuleranno le operazioni di soccorso con l’ausilio delle nuove tecnologie del 112, che permettono l’identificazione e la precisa localizzazione GPS del luogo dell’incidente.

Continua a leggere

Calabria

Cane di salvataggio visita i bambini dell’ospedale: «davvero tanti i sorrisi in corsia»

I cani con la loro capacità di ridurre situazioni di stress e ansia emozionale riescono ad entrare in relazione con i pazienti e dare loro stimoli positivi

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CATANZARO – La scuola in ospedale si configura come “un’offerta formativa decisamente peculiare per destinatari e modalità di erogazione e, l’IC Manzoni nord est di Catanzaro, presieduto dalla dirigente Giovanna Bruno, conta fra i suoi plessi anche quello della scuola in ospedale”.

La finalità principale di questo plesso è quella di “creare un collegamento fra l’ambiente ospedaliero e la realtà esterna, riducendo in tal modo l’isolamento dei pazienti e fornendo loro un aiuto in una difficile situazione di stress. La dirigente Bruno vuole assicurare agli alunni ricoverati pari opportunità, mettendoli in condizione, quando possibile, di proseguire lo sviluppo di capacità e competenze al fine di facilitare il loro reinserimento nei contesti di provenienza”. A questo proposito prosegue il progetto, inserito nell’area educazione civica, di far conoscere il lavoro dei cani di salvataggio ai bambini ricoverati e il 7 dicembre, Giancarlo Silipo e la sua Mae hanno potuto visitate il reparto pediatria del presidio Pugliese Ciaccio diretto dal dottor Giuseppe Raiola e quello di chirurgia pediatrica diretto dal dottor Domenico Salerno.

All’Istituto comprensivo Manzoni “il primato di aver concretizzato un simile evento la cui dirigente Bruno tiene a sottolineare quanto la scuola in ospedale sia e dia lustro all’intero IC e di quanto sia fondamentale offrire, nonostante le oggettive difficoltà, la stessa linea di programmazione dell’IC nel suo complesso. Un ringraziamento doveroso va alla direzione sanitaria del nosocomio, dottor Gianluca Raffaele, che ha dimostrato una particolare sensibilità nel consentire una simile iniziativa e alle capo sala Rosanna Santoro e Teresa Iacoi che hanno saputo riconoscere quanta capacità abbiano alcuni animali di mettersi in relazione con i pazienti più fragili, soprattutto, i bambini.

Alla referente del progetto educazione civica Daniela Cannistrà e a Giancarlo Silipo, Vigile del Fuoco e Unità Cinofila di Salvataggio A. N. P. A. S Croce Verde Catanzaro, la riconoscenza dei bambini per aver potuto conoscere la dolce Mae, che offrendo una piccola gioia, ha contribuito a farli sentire meglio. I cani, infatti, con la loro capacità di ridurre situazioni di stress e ansia emozionale riescono ad entrare in relazione con i pazienti e dare loro stimoli positivi; il cane non giudica, non rifiuta, si dona, stimola sorrisi e non ha pregiudizi… e di sorrisi questa mattina in corsia se ne sono visti veramente tanti”.

Continua a leggere

Calabria

Cosenza, tornano le Stelle di Natale Ail che aiutano la ricerca scientifica

Anche quest’anno potrai avere la tua Stella di Natale con una donazione minima di 12 euro. Da stamattina a domenica aiuta la ricerca e la cura delle leucemie, dei linfomi e del mieoloma

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Un appuntamento con la solidarietà che si rinnova da 34 anni: è quello delle Stelle di Natale Ail, Associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma, che torna a colorare oltre 4.300 piazze italiane grazie a 15mila volontari presenti da stamattina e fino a domenica. Le Stelle di Natale AIL sono un’icona della solidarietà. Per i pazienti ematologici ci sono stelle che fioriscono anche nei momenti più difficili, l’amore può doni immensi.

Era il 1989 quando, grazie all’intuizione della Presidente di AIL di Reggio Calabria, furono vendute le prime 500 Stelle di Natale per acquistare dei macchinari necessari all’ematologia locale. L’idea fu riconosciuta e apprezzata e quattro anni più tardi scesero in piazza anche le altre Sezioni AIL. “Oggi grazie alle nostre buone stelle, potrai contribuire – sostengono i volontari AIL – a finanziare la ricerca scientifica e l’assistenza ai pazienti ematologici in tutto il Paese”.

Ail infatti con le sue attività si occupa di finanziare la ricerca sulle leucemie, i linfomi, il mieloma e le altre malattie del sangue, organizzare il servizio di cure domiciliari per adulti e bambini, per evitare il ricovero in ospedale a tutti i pazienti che possono essere curati nella propria casa, e in più finanziare servizi di supporto psicologico, oltre che attività di supporto legale, di mobilità sanitaria.

Realizza inoltre le Case alloggio AIL vicine ai maggiori Centri di Ematologia, per accogliere gratuitamente i pazienti non residenti e i loro familiari che devono affrontare lunghi periodi di cura e sostiene scuole e sale gioco in ospedale per consentire a bambini e ragazzi di non perdere il contatto con la realtà esterna, di continuare regolarmente gli studi e non trascurare l’importanza del gioco. Nella scorsa edizione dell’iniziativa Stelle di Natale Ail sono state distribuite 454.604 piante in 3.841 punti di distribuzione in Italia. Grazie alla generosità dei sostenitori dell’Associazione e al ruolo dei volontari è stato possibile raccogliere 7.685.793 euro.

Anche quest’anno potrai avere la tua Stella di Natale con una donazione minima di 12 euro. Nonostante l’aumento generalizzato dei prezzi, AIL ha deciso di non incrementare questo valore, consapevole del difficile momento economico e certa di poter contare sempre sul supporto di chi non vuole far mancare aiuto e assistenza ai pazienti e alle famiglie.

Per sapere in quali piazze trovare i volontari AIL con le Stelle di Natale si può consultare il sito www.ail.it, scaricare l’app “AIL Eventi”, oppure chiamare il numero 06.70386060.

Per un paziente ematologico la #buonastella sei tu!

Continua a leggere

Di tendenza