Le mani delle cosche anche sui rifiuti, 31 persone in manette - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Calabria

Le mani delle cosche anche sui rifiuti, 31 persone in manette

L’operazione è scattata alle prime ore di oggi. Sono 31 i soggetti arrestati, 27 finiti in carcere e 4 ai domiciliari

Avatar

Pubblicato

il

MESORACA (KR) – I carabinieri del Comando Provinciale di Crotone, assieme a quelli del Ros e del Nipaaf di Cosenza, stanno eseguendo dalle prime ore di oggi un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Catanzaro, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 31 persne. Sono 27 i soggetti finiti in carcere e 4 ai domiciliari. Il blitz ha colpito la locale di ‘ndrangheta di Mesorac.

Gli indagati sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere di matrice mafiosa, concorso esterno nella stessa, estorsioni aggravate dal metodo mafioso, associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di rifiuti, gestione illecite dei medesimi, associazione per delinquere finalizzata al traffico, alla produzione ed allo spaccio di sostanze stupefacenti ed altri reati, con l’aggravante di essere un’associazione armata.

Calabria

In Calabria i farmacisti potranno somministrare vaccini antinfluenzali e anti-Covid

L’accordo rafforza il rapporto tra Regione e farmacie. «A differenza dello scorso anno faremo gratuitamente le vaccinazioni antinfluenzali ai cittadini calabresi over 60»

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CATANNZARO – Continua la collaborazione tra la Regione Calabria e la Consulta Regionale sindacale Titolari di Farmacia della Calabria: grazie all’accordo sottoscritto anche i farmacisti abilitati tramite adeguata formazione teorica e pratica, potranno somministrare i vaccini antinfluenzali e, contestualmente, proseguire con le vaccinazioni anti-Covid-19 e i test antigenici rapidi. I cittadini calabresi, in questa campagna vaccinale contro l’influenza, potranno ricevere il vaccino antinfluenzale anche nelle farmacie.

“La rete delle farmacie calabresi rappresenta un ulteriore riferimento del sistema sanitario sul territorio – affermano Defilippo e Misasi – grazie al quale viene garantita la prossimità e la tempestività di risposta ai cittadini, soprattutto in merito alle varie campagne vaccinali. Proseguire sulla strada tracciata dalla Farmacia dei Servizi è determinante, perché si possono offrire ulteriori prestazioni per la tutela della salute. Esprimiamo soddisfazione e ringraziamo il presidente Occhiuto, il Direttore Generale Ingegner Fantozzi e la Dirigente di Settore dott.ssa Scarpelli per aver nuovamente evidenziato come le farmacie siano dei presidi sanitari strategici per la popolazione. L’accordo rafforza molto il rapporto tra Regione e farmacie. Sarà, dunque, molto apprezzato dai cittadini che scelgono la farmacia. A differenza dello scorso anno, quindi, faremo gratuitamente le vaccinazioni antinfluenzali a tutti i cittadini calabresi over 60. Le farmacie, così, rafforzano la propria funzione primaria di presidi sanitari di prossimità, offrendo al cittadino la possibilità di vaccinarsi comodamente e in totale sicurezza nella farmacia sotto casa”.

Continua a leggere

Calabria

Sindacati: «oggi turni scoperti al pronto soccorso, pochi medici e personale in agitazione»

Emergenza sanità allo Jazzolino, oggi turni scoperti al Pronto soccorso: «alto rischio di errori per il super lavoro»

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

VIBO VALENTIA – “E’ davvero un paradosso che il diritto alla salute, garantito dalla Costituzione a tutti i cittadini, venga poi negato proprio a coloro che della loro salute si occupano, e cioè i medici”. E’ questa l’osservazione che le organizzazioni sindacali hanno consegnato ieri alla valutazione della dirigenza dell’Asp, con una lettera inviata al commissario straordinario Giuliano, al direttore sanitario aziendale Galletta, al capo dipartimento emergenza urgenza Talesa, ai direttori dello stesso servizio, Natale, e di presidio, Miceli. I medici oggetto delle preoccupazioni dei sindacati di categoria: Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, sono quelli in servizio al pronto soccorso dello Jazzolino, la cui cronica e grave carenza è stata denunciata numerose volte sia dai medici stessi che dagli utenti. Nella lettera viene anche annunciato lo stato di agitazione del personale fino a quando non verranno assunte misure adeguate. L’oggetto della missiva è chiaro: “Rischio clinico e criticità nell’organico dei medici di pronto soccorso e medicina d’urgenza: richiesta adozione provvedimenti straordinari”.

I sindacati denunciano espressamente «la grave situazione riguardante la carenza di personale medico operante nei pronto soccorso aziendali, e in particolare in quello dell’ospedale spoke di Vibo Valentia”. Il motivo è chiaro: attualmente “sono rimasti solo otto medici, di cui due in malattia e un terzo con limitazioni (per cui si occupa soltanto dei codici bianchi). Ne restano appena cinque i quali non possono coprire i turni h 24, tant’è che giorno 8 dicembre (e cioè oggi, ndr) risulta scoperto“. Le conseguenze di una simile situazione sono facilmente intuibili, argomentano i sindacati confederali: «Il carico di lavoro che grava su di loro e l’intensità dello stesso espongono i medici ad un reale rischio di errore clinico, con conseguenti contenziosi, e i malati ad ovvi rischi per la loro salute. Ironia della sorte – rilevano, con amaro sarcasmo – se la Costituzione tutela il diritto alla salute come universale, proprio la salute è preclusa a chi la dispensa».

Cgil, Cisl e Uil riconoscono che l’azienda ha assunto di recente un’iniziativa mirata a garantire i turni ma, osservano, «evidentemente essa non è sufficiente per cui si rende necessario adottare altre misure urgenti e straordinarie in attesa di una risoluzione strutturale», è cioè i concorsi. Da qui la richiesta di «una urgentissima risoluzione delle problematiche. Inoltre, non potendo più tollerare tale precaria situazione, si annuncia lo stato di agitazione del personale».

Continua a leggere

Calabria

In Cittadella riunione operativa per la rete emergenza-urgenza della Regione

Prevista una simulazione del funzionamento di 112 e 118. In quest’ambito avverrà la presentazione della Telecardiologia e della rete di Refertazione ECG

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CATANZARO – Lunedì 12 dicembre, con inizio alle 11, nella Sala Verde della Cittadella di Catanzaro, si terrà una riunione operativa dedicata alla rete di emergenza-urgenza della Regione e alla formazione degli operatori degli enti del Terzo Settore. Dopo l’apertura dei lavori da parte del presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, seguirà la simulazione di funzionamento delle Centrali Numero Unico Europeo per le Emergenze (NUE 112) e della Sala Operativa Regionale Emergenza-Urgenza (SOREU 118) e la presentazione degli Interventi Strutturali per la creazione della Rete dell’Emergenza-Urgenza extra-ospedaliera della Calabria.Durante l’incontro verranno trattate le principali tematiche sulla Rete Emergenza-Urgenza: il nuovo assetto delle centrali Operative NUE 112 e SOREU 118 (Dr. Riccardo Borselli); Telecardiologia e refertazione ECG in emergenza-Urgenza (Dr. Giovanni Bisignani); Rete pediatrica STEN e STAM (Dr. Gianfranco Scarpelli); Rete Stroke (Dr. William Auteri e Dr. Rosario Iannacchero); Elisoccorso Calabria (Dr. Pasquale Gagliardi).

Dalle 14:30 prenderà il via, nella Sala Turchese della Cittadella, un incontro riservato ai rappresentati legati degli Enti del Terzo Settore sul tema: Istituzione Consulta degli Enti del Terzo Settore in materia di Emergenza-Urgenza e Maxiemergenza – regolamento per la composizione, le competenze ed il funzionamento della consulta degli Enti, Organismi, Associazioni di Volontariato e delle Cooperative Sociali. Dalle ore 15, invece, nuovamente presso la Sala Verde, si terrà un incontro dedicato ai componenti del tavolo regionale emergenza-urgenza e dei tavoli tecnici delle reti tempo-dipendenti riuniti in modalità congiunta.

In quest’ambito avverrà la presentazione della Telecardiologia e della rete di Refertazione ECG in emergenza-Urgenza (Dr. Giovanni Bisignani); la presentazione della Bozza di Rete STEN e STAM in Calabria (Gruppo Regionale di Lavoro per la Rete dell’Emergenza Pediatrica) a cura del Dr. Gianfranco Scarpelli e la Presentazione della Bozza di Rete Stroke in Calabria (Gruppo Regionale di Lavoro per la Rete Stroke) da parte del Dr. Rosario Iannacchero.
I lavori della mattinata saranno aperti alla stampa, che potrà seguire gli interventi dei relatori e la simulazione di funzionamento delle Centrali Numero Unico Europeo per le Emergenze (NUE 112) e della Sala Operativa Regionale Emergenza-Urgenza. Nel cortile esterno della Cittadella saranno presenti mezzi e squadre che simuleranno le operazioni di soccorso con l’ausilio delle nuove tecnologie del 112, che permettono l’identificazione e la precisa localizzazione GPS del luogo dell’incidente.

Continua a leggere

Di tendenza