Operazione “MEKONG”. sequestrate tonnellate di prodotti ittici - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Archivio Storico News

Operazione “MEKONG”. sequestrate tonnellate di prodotti ittici

Avatar

Pubblicato

il

Per tutto il mese di dicembre è stata condotta in ambito nazionale una complessa attività di controllo sulla filiera ittica denominata “MEKONG“,disposta dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto.

Prevenire situazioni di pregiudizio per i consumatori e garantire, nel contempo gli operatori del settore ittico in generale erano gli obiettivi principali di questa operazione, che  si colloca nel periodo più delicato dell’anno, quando le festività natalizie rendono piacevole ritrovarsi assieme ai propri cari, gustando i prodotti ittici della tradizione , periodo nel quale molti consumatori sono “abbagliati” dalla possibilità di cucinare specie pregiate a prezzi “modici”, raggirati da sfavillanti “etichette” che millantano qualità inesistenti.
 Le più recenti operazioni hanno evidenziato come la tutela debba spingersi a “monte” della filiera: la prevenzione dell’immissione sul mercato di prodotti non in regola con la normativa vigente, in qualunque forma l’illiceità si cristallizzi, è l’obiettivo prioritario ed è quello realizzato anche in questa ultima operazione.
La pesca di esemplari sottomisura impoverisce gravemente il patrimonio ittico in quanto ne impedisce una adeguata riproduzione e la pesca indiscriminata di specie protette concretizza il rischio di estinzione.
In linea generale si può affermare che il settore della filiera ittica sia migliorato rispetto all’anno 2011 dal punto di vista dell’ottemperanza alle normative nazionali e comunitarie. Permangono ancora delle criticità, come è possibile notare dai risultati conseguiti, ma l’obiettivo per l’anno 2013 è di incrementare ulteriormente la coscienza degli operatori del settore e il rispetto della fauna marina e del consumatore in generale. E’ stato altresì dato impulso alla nuova circolare sulla pesatura del pescato con il controllo allo sbarco dei prodotti ittici sbarcati dai pescherecci.
L’operazione “Mekong” è stata condotta, in Calabria e Basilicata sotto il coordinamento del Capitano di Vascello Gaetano MARTINEZ – Direttore Marittimo della Calabria e della Lucania, con il coinvolgimento complessivo di n° 849 militari ed ha visto impiegato personale dei Compartimenti Marittimi di Reggio Calabria, Vibo Valentia, Gioia Tauro, Crotone, Corigliano Calabro e di tutti gli uffici dipendenti, che hanno operato avvalendosi di mezzi terrestri e  unità navali, con la preziosa collaborazione dei servizi veterinari delle Aziende sanitarie provinciali; in particolare sono state verificate le condizioni igienico sanitarie dei pescherecci, delle pescherie, dei grossisti, dei mercati ittici e dei locali di ristorazione. Ulteriori controlli hanno riguardato la tutela delle specie ittiche pescate, per verificarne le dimensioni e le specie d’appartenenza.
Come ulteriore risorsa è stato utilizzato il sistema di monitoraggio della flotta peschereccia nazionale (cd. Blue-box) che consente alla Guardia Costiera di verificare in tempo reale la posizione in mare delle unità da pesca professionale.

I 923 controlli eseguiti hanno in particolare riguardato: 410 pescherecci/sbarco del pescato; 63 grossisti, 31 mercati ittici, 65 stabilimenti di grande distribuzione, 39 locali di ristorazione, 169 pescherie, 146ambulanti.

L’attività di polizia marittima si è concretizzata in:
•    48 verbali di illeciti amministrativi, per un importo complessivo di € 72.000 circa;
•    13 comunicazioni di notizie di reato  (cattive condizioni igienico-sanitarie, frodi in commercio, pesca di prodotti sottomisura)
•    18 sequestri per un totale di circa 1.110 kg di prodotti ittici posti sotto sequestro (kg 650 per il cattivo stato di conservazione, kg 137 per novellame/sotto misura, kg 313 per mancata documentazione di tracciabilità);
•    6 attrezzature da pesca sequestrate (reti a circuizione, reti da posta, ad imbrocco e sciabica).

Tipologia di violazioni riscontrate:
n° 7 in materia igienico-sanitaria; n° 4 in materia di pesca illegale; n° 1 in materia di pesca sportiva; n° 36 in materia di tracciabilità/etichettatura; n° 6 in materia di sottomisura; n° 7 in materia di sicurezza della navigazione/documenti di bordo.

Archivio Storico News

Cosenza e Paganese ci provano fino alla fine, ma a Pagani finisce senza reti. Rossoblu spreconi nel primo tempo

Marco Garofalo

Pubblicato

il

Scritto da

Le due squadre danno vita ad una bella gara, ricca di emozioni e azioni da rete, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Per i rossoblu è il sesto risultato utile consecutivo. Cosenza migliore nella prima frazione di gara. Annullata una rete a La Mantia nella ripresa
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Sparatoria con due morti a Roma, convalidato il fermo di un giovane calabrese

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

E’ ancora da chiarire del tutto i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 
(altro…)

Continua a leggere

Archivio Storico News

Il caso Legnochimica arriva in Senato, si chiede ai ministri il perché del blocco della bonifica

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

Continui rimpalli di responsabilità e aumento di patologie ‘anomale’ tra i residenti, cosa intende fare il Governo? (altro…)

Continua a leggere

Di tendenza