Mare e depurazione, Occhiuto «tolleranza zero, scoperto persino un ‘fiume fogna’ a Falconara»

Previsti 3 milioni di euro di contributi ai Comuni per la depurazione e per risolvere le criticità di ogni impianto che saranno inviate anche a Procure e Capitanerie di porto

CATANZARO – Fanghi solidificati da anni e mai smaltiti, quadri elettrici divelti, assenza di pompe di sollevamento, abitazioni e interi villaggi non collettati alla fogna, per non parlare della quantità enorme di scarichi illegali che finiscono a mare. Ma anche depuratori obsoleti e vecchi anche di 20 anni, rapporti poco chiari tra i comuni e le ditte che gestiscono in gestione gli impianti, ma anche morosità, assenza di presidi e conoscenza non dettagliata del proprio territorio. Un lavoro di censimento certosino effettuato dal dipartimento della Regione e iniziato dalla costa tirrenica calabrese, che è quella che presenta il maggior inquinamento, con la mappatura e la geolocalizzazione di tutto il territorio e le criticità emerse impianto per impianto. Una fonte di informazione importantissima non solo per la Regione ma anche per i Comuni interessati, ai quali saranno fatte vedere le problematiche dei loro impianti, nel loro territorio, quali interventi effettuare e come intervenire con un finanziamento da 3 milioni di euro.

Ai comuni finanziamenti e scheda degli interventi

- Pubblicità Clikio single-

Insomma i comuni avranno per iscritto nero su bianco quello che manca nei loro depuratori e il finanziamento stanziato per intervenire. Non avranno più alibi “gli diamo 10 giorni di tempo dal momento in cui riceveranno il decreto di finanziamento per mettersi in regola – ha detto Occhiuto. Tra l’altro, per molti interventi si tratta di somma sotto i 140mila euro in modo che la richiesta possa essere effettuata velocemente sul Mepal ( il Mercato elettronico della Pubblica amministrazione locale), la piattaforma elettronica per le forniture pubbliche da parte degli Enti. Questi documenti di interventi che forniremo ai Comuni, saranno dati in copia anche alle competenti Procure, alle capitanerie di Porto e alle forze dell’ordine affichè tutte le istituzioni possano vigilare e controllare.  Dopo le operazioni “Deep” dei carabinieri lungo il litorale costiero tirrenico della regione e la decisione nei giorni scorsi di dare al Corap il compito di supervisionare su 14 impianti di depurazione, stamattina il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto ha tenuto un incontro con i giornalisti sui temi del mare pulito e della depurazione.

L’occasione è legata proprio ai contenuti dell’ultima ordinanza sui 14 depuratori della costa tirrenica, sulle recenti iniziative della Giunta e sul lavoro svolto in questi mesi dal Dipartimento Territorio e tutela dell’ambiente della Regione. Al suo fianco il direttore generale del Dipartimento Ambiente, Salvatore Siviglia.

Riceveremo oggi i sindaci dei Comuni interessati dalle criticità ai quali daremo un decreto nel quale è contenuto quello puntualmente deve essere fatto per procedere alla riparazione o al ripristino del depuratore di competenza, il finanziamento, e i sindaci avranno 10 giorni per completare la procedura. Sulla depurazione – ha dichiarato il presidente Occhiuto – tolleranza zero. Chi ha aperto un’azienda in Calabria non si è mai occupato di come depurare. Per 20 anni non si è mai parlato di depurazione e non sarà facile avere il mare cristallino già questa estate, ma faremo di tutto”. 

Criticità maggiori a Nocera Terinese e Gioia T., a Falconara scoperto un fiume fogna

Una battaglia che il governatore ha deciso di affrontare a muso duro spiegando che “non si tratta di un commissariamento”. Il riferimento è alla disposizione sul ruolo del Corap su 14 impianti calabresi: “ho chiesto a Corap di svolgere un servizio di supporto per verificare che i lavori che si devono fare, si facciano. Un processo che si deve mettere in campo per risolvere i problemi degli impianti: alcuni vanno potenziati, resi idonei alla capacità di quei territori che hanno maggiori necessità soprattutto durante l’estate. Da settembre – spiega Occhiuto – velocizzeremo le operazioni ma in questi ultimi mesi quello che possiamo fare, lo faremo. La situazione è molto critica ad esempio a Nocera Terinese, ma da sud a nord, le criticità sono diverse. A Belvedere Marittimo per esempio, non è stata mai attivata la pompa sottomarina. Ancora a Falconara abbiamo scoperto un “fiume fogna” che correva sotto il terreno. Lo abbiamo fatto emergere, ce ne stiamo occupando perché ci sono diverse abitazioni e attività economiche non collettate. Le attività economiche, i villaggi che abbiamo scoperto non essere collettati li stiamo segnalando alla Procura e ai carabinieri perché facciano quello che devono”.

“Abbiamo scelto solo una parte del territorio regionale e da novembre ci stiamo dedicando al tratto potenzialmente più inquinato da Tortora a Nicotera. Studiato il modello, lo esporteremo”. Ora saranno i Comuni a dover fare la loro parte: “ognuno riceverà procedure e modalità di intervento – ha spiegato il direttore generale del Dipartimento Ambiente, Siviglia. – Abbiamo verificato tutte le criticità, impianto per impianto, verificato e individuato i problemi. Quantificato quanto serviva e comunicato tutto ai Comuni ai quali diamo decreto di finanziamento e tutte le operazioni che sono chiamati ad eseguire”.

- Pubblicità sky-

Correlati

Anci Calabria, la sfida alla presidenza: in corsa i sindaci Caruso e Limardo

CATANZARO - Si avvicina l'elezione del nuovo presidente dell'Anci Calabria, che si terrà venerdì prossimo a Feroleto Antico. In corsa per conquistare la carica...

‘Ndrangheta, assassinio dell’avvocato Pagliuso: chiesta la conferma degli ergastoli

LAMEZIA TERME (CZ) - - Il sostituto procuratore generale Marisa Manzini ha chiesto la conferma dell'ergastolo per i presunti boss Pino e Luciano Scalise,...

In arrivo venti forti e neve a bassa quota. Scatta l’allerta gialla in Calabria

COSENZA - Masse d'aria fredde provenienti dai Balcani investiranno l'Italia portando nevicate fino a quote basse su Meridione e regioni del medio adriatico. Contemporaneamente...

Fermato in auto con un fucile clandestino: arrestato

REGGIO CALABRIA - La Polizia Metropolitana di Reggio Calabria, nel corso di controlli anti bracconaggio tra Palizzi e Bova, ha arresto un soggetto già...
- Pubblicità -
- Pubblicità adsense 1-

Ultimi Articoli

Muore il fratello dell’assessore De Cicco. Il cordoglio di Caruso: «immane tragedia»

COSENZA - “Una notizia che ci lascia sgomenti e senza parole e che rende attonite tutta l’Amministrazione comunale e la nostra squadra di governo...

Anci Calabria, la sfida alla presidenza: in corsa i sindaci Caruso e Limardo

CATANZARO - Si avvicina l'elezione del nuovo presidente dell'Anci Calabria, che si terrà venerdì prossimo a Feroleto Antico. In corsa per conquistare la carica...

‘Ndrangheta, assassinio dell’avvocato Pagliuso: chiesta la conferma degli ergastoli

LAMEZIA TERME (CZ) - - Il sostituto procuratore generale Marisa Manzini ha chiesto la conferma dell'ergastolo per i presunti boss Pino e Luciano Scalise,...

In arrivo venti forti e neve a bassa quota. Scatta l’allerta gialla in Calabria

COSENZA - Masse d'aria fredde provenienti dai Balcani investiranno l'Italia portando nevicate fino a quote basse su Meridione e regioni del medio adriatico. Contemporaneamente...

La scuola entra al Parlamento europeo: c’è anche il Pezzullo di Cosenza

COSENZA - Continua il progetto "La scuola entra al Parlamento" promosso dall'eurodeputata Laura Ferrara e che ha permesso agli studenti di quattro istituti d'Istruzione...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti
- Pubblicità Cickio sidebar-
- Pubblicità adsense 2-

Categorie

Leggi ancora

Cosenza, il nuovo Pronto Soccorso disegnato da De Salazar: «ci prendiamo...

COSENZA - Il nuovo commissario dell'azienda ospedaliera di Cosenza, Vitaliano De Salazar, ha illustrato stamattina il nuovo programma di rilancio dell'Annunziata e in primis...

Tragico incidente sul lavoro in un cantiere della TAV, morto un...

VOLTAGGIO (AL) - Ha perso la vita a 33 anni, Salvatore Cucè, in un tragico incidente sul lavoro, causato pare da un’esplosione, in un...

Castrovillari, tentativo di furto in un istituto scolastico

CASTROVILLARI (CS) - Tentativo di furto si è verificato nelle prime ore di domenica scorsa, 5 febbraio, ai danni dell'Istituto Professionale Alberghiero "Karol Wojtyla"...

Pronto soccorso, ‘Cosenza Futura’ «gravità della situazione va affrontata subito»

COSENZA - «La gravità della situazione al Pronto Soccorso dell'ospedale di Cosenza va affrontata subito». E' quanto dichiara Fabrizio Falvo, già consigliere comunale di...

Gambarie: vanno via senza pagare il conto ma avevano lasciato nome,...

GAMBARIE (RC) - Le pagina di Quicosenza avevano già raccontato un episodio simile, accaduto a Rende, ai danni di un bar. Stavolta ci spostiamo...

Nelle farmacie di Cosenza e Provincia, la 23^ giornata di raccolta...

COSENZA - Serve più di 1 milione di farmaci per oltre 1.800 realtà socio-assistenziali. La Raccolta dura una settimana e aiuterà almeno 400.000 persone...