ASCOLTA RLB LIVE
Search

Bambini maltrattati in una scuola del vibonese citato in giudizio il Ministero dell’Istruzione

Quattordici i genitori dei bimbi di eta’ compresa fra i 5 ed i 6 anni che, secondo l’accusa, sarebbero stati giornalmente maltrattati dalle maestre.


VIBO VALENTIA (VV) – Ben 14 parti civili sono state ammesse dal gup del Tribunale di Vibo Valentia, Lucia Monaco, nel procedimento contro due maestre accusate di maltrattamenti nei confronti dei bimbi di una scuola di San Costantino Calabro (Vv). Il gup ha anche autorizzato la citazione nel procedimento penale, in qualita’ di responsabile civile, del Ministero della pubblica Istruzione-Universita’ e Ricerca, il Miur, che assumera’ cosi’ una posizione parallela a quella degli imputati esclusivamente sul piano dell’azione civile per la richiesta di risarcimento dei danni materiali e morali patiti dai minori in conseguenza delle condotte vessatorie, morali, fisiche e psicologiche di cui sono accusate le maestre. Dinanzi al gup si trovano la maestra Ines Romano, 64 anni, originaria di Mileto, ma residente a Filandari (Vv), finita agli arresti domiciliari nel maggio 2013, e Angela Battaglia, 56 anni, di Pizzo Calabro. L’inchiesta dei Carabinieri si avvale di videoriprese con le quali sarebbe stata documentata la metodica adottata dalla maestra poi arrestata e che sarebbe consistita, secondo il gip, in “schiaffi, calci e spintoni, lanci di piatti e di bottiglie contro i bimbi”