Gettonopoli, chiesto processo per il presidente designato del Consiglio regionale

Filippo Mancuso consigliere regionale della Lega é indagato nell'inchiesta per le attività delle Commissioni permanenti del Comune di Catanzaro

CATANZARO – Prima tegola per il consiglio regionale della Calabria. Il consigliere Filippo Mancuso, designato per la presidenza del Consiglio ed ex consigliere comunale di Catanzaro è tra le 18 persone per le quali é stato chiesto il rinvio a giudizio nell’ambito dell’inchiesta “Gettonopoli”, che riguarda la presunta indebita percezione di gettoni di presenza per le attività delle Commissioni permanenti dell’organismo consiliare del capoluogo della Calabria.

- Pubblicità Clikio single-

La richiesta di rinvio a giudizio é stata formulata dalla Procura della Repubblica di Catanzaro e l’inchiesta é stata condotta dal procuratore aggiunto Giulia Pantano e dal sostituto procuratore Pasquale Mandolfino.

Il Gip, Antonella De Simone, ha fissato l’udienza preliminare per il prossimo 11 gennaio. Alle persone coinvolte nell’inchiesta vengono contestati, a vario titolo, i reati di falsità ideologica e truffa. Le altre persone per le quali la Procura ha chiesto il processo sono Agazio Praticò, Antonio Mirarchi, Antonio Angotti, Manuela Costanzo, Francesca Celi, Lorenzo Costa, Roberta Gallo, Francesco Gironda, Luigi Levato, Rosario Mancuso, Giuseppe Pisano, Cristina Rotundo, Giulia Procopi, Fabio Talarico, Antonio Ursino ed Enrico Consolante, tutti consiglieri comunali tuttora in carica. Chiesto il rinvio a giudizio anche per Fabio Celia, che non é più consigliere comunale. Il Comune di Catanzaro, nella persona del sindaco, Sergio Abramo, è stato individuato come parte offesa.

Secondo l’accusa, i presidenti delle commissioni consiliari Mirarchi, Levato, Pisano, Talarico, Manuela Costanzo e Consolante ed il vicepresidente Francesca Celi avrebbero attestato falsamente, nei verbali di riunione degli organismi, lo svolgimento di numerose sedute, con la partecipazione propria e di altri consiglieri, quando, in realtà, gli indagati non vi partecipavano affatto o vi prendevano parte solo in modo temporaneo e intermittente. Grazie alle false verbalizzazioni, sempre a detta dell’accusa, tutti gli indagati avrebbero indotto in errore il Comune di Catanzaro (da qui la contestazione a tutti della truffa), procurandosi così l’ingiusto profitto del versamento, in loro favore, da parte dell’ente, dei gettoni di presenza per la loro partecipazione alle riunioni. Un danno complessivo calcolato per il Comune in 21.796 euro, con riferimento specifico al periodo compreso tra i mesi di novembre e di dicembre del 2018. 

- Pubblicità sky-

Correlati

In arrivo venti forti e neve a bassa quota. Scatta l’allerta gialla in Calabria

COSENZA - Masse d'aria fredde provenienti dai Balcani investiranno l'Italia portando nevicate fino a quote basse su Meridione e regioni del medio adriatico. Contemporaneamente...

Fermato in auto con un fucile clandestino: arrestato

REGGIO CALABRIA - La Polizia Metropolitana di Reggio Calabria, nel corso di controlli anti bracconaggio tra Palizzi e Bova, ha arresto un soggetto già...

Incendiato furgone della ditta che lavora per il comune

MILETO (VV) - Intimidazione stamani a San Giovanni, frazione del comune di Mileto con l'incendio di un furgone di proprietà di una ditta che...

«Azienda calabrese vieta di parlare di politica e limita altre libertà ai dipendenti»

CATANZARO - Divieto di volantinare, di discorrere di politica o parlare in famiglia di ciò che avviene in azienda, e, per le donne, comunicare...
- Pubblicità -
- Pubblicità adsense 1-

Ultimi Articoli

In arrivo venti forti e neve a bassa quota. Scatta l’allerta gialla in Calabria

COSENZA - Masse d'aria fredde provenienti dai Balcani investiranno l'Italia portando nevicate fino a quote basse su Meridione e regioni del medio adriatico. Contemporaneamente...

La scuola entra al Parlamento europeo: c’è anche il Pezzullo di Cosenza

COSENZA - Continua il progetto "La scuola entra al Parlamento" promosso dall'eurodeputata Laura Ferrara e che ha permesso agli studenti di quattro istituti d'Istruzione...

Fermato in auto con un fucile clandestino: arrestato

REGGIO CALABRIA - La Polizia Metropolitana di Reggio Calabria, nel corso di controlli anti bracconaggio tra Palizzi e Bova, ha arresto un soggetto già...

Freddo e senza riscaldamento, chiuso il tribunale di Castrovillari: udienze sospese

CASTROVILLARI (CS) - Udienze sospese fino al prossimo 18 febbraio nel Tribunale di Castrovillari a causa del freddo. L'impianto di riscaldamento nel Palazzo di...

Incendiato furgone della ditta che lavora per il comune

MILETO (VV) - Intimidazione stamani a San Giovanni, frazione del comune di Mileto con l'incendio di un furgone di proprietà di una ditta che...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti
- Pubblicità Cickio sidebar-
- Pubblicità adsense 2-

Categorie

Leggi ancora

Cosenza, il nuovo Pronto Soccorso disegnato da De Salazar: «ci prendiamo...

COSENZA - Il nuovo commissario dell'azienda ospedaliera di Cosenza, Vitaliano De Salazar, ha illustrato stamattina il nuovo programma di rilancio dell'Annunziata e in primis...

Tragico incidente sul lavoro in un cantiere della TAV, morto un...

VOLTAGGIO (AL) - Ha perso la vita a 33 anni, Salvatore Cucè, in un tragico incidente sul lavoro, causato pare da un’esplosione, in un...

Castrovillari, tentativo di furto in un istituto scolastico

CASTROVILLARI (CS) - Tentativo di furto si è verificato nelle prime ore di domenica scorsa, 5 febbraio, ai danni dell'Istituto Professionale Alberghiero "Karol Wojtyla"...

Pronto soccorso, ‘Cosenza Futura’ «gravità della situazione va affrontata subito»

COSENZA - «La gravità della situazione al Pronto Soccorso dell'ospedale di Cosenza va affrontata subito». E' quanto dichiara Fabrizio Falvo, già consigliere comunale di...

Gambarie: vanno via senza pagare il conto ma avevano lasciato nome,...

GAMBARIE (RC) - Le pagina di Quicosenza avevano già raccontato un episodio simile, accaduto a Rende, ai danni di un bar. Stavolta ci spostiamo...

Nelle farmacie di Cosenza e Provincia, la 23^ giornata di raccolta...

COSENZA - Serve più di 1 milione di farmaci per oltre 1.800 realtà socio-assistenziali. La Raccolta dura una settimana e aiuterà almeno 400.000 persone...