Concorso Sud, 2800 posti di lavoro nel pubblico. Entro giugno le prove: date e sedi - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Calabria

Concorso Sud, 2800 posti di lavoro nel pubblico. Entro giugno le prove: date e sedi

Le assunzioni previste nell’ambito degli interventi di coesione dell’Unione europea e nazionale 2014-2020 e 2021-2027

Marco Garofalo

Pubblicato

il

COSENZA – Parte dal 22 giugno il nuovo ciclo di prove dei circa 70mila candidati che avevano presentato domanda per la selezione finalizzata all’assunzione di 2800 tecnici a tempo determinato nelle Regioni del Mezzogiorno e per i quali era stata già effettuata la valutazione dei titoli. L’ampliamento della platea si era reso necessario per la ridotta partecipazione alle prove degli 8.582 candidati ammessi alla prima tornata di prove, che rischiava di non consentire il pieno raggiungimento delle 2.800 posizioni da ricoprire.

Prove scritte

Le prove scritte di cui al provvedimento di modifica del bando pubblicato in G.U. n.46 del 11 giugno 2021 si svolgeranno nei giorni 22, 23, 24, 25, 28 e 29 giugno 2021 presso le seguenti sedi:

LAZIO: Nuova Fiera di Roma, Via Portuense, 1645, ingresso EST, Pad.1 in via A.G.Eiffel) ROMA
CAMPANIA: Mostra d’Oltremare, ingresso viale John Fitzgerald Kennedy, 54, NAPOLI
CALABRIA: Fondazione Mediterranea Terina Onlus, Area ex Sir, Dipartimento 15, LAMEZIA TERME (CZ)
PUGLIA: Fiera del Levante – Lungomare Starita n. 4, BARI
SARDEGNA: Fiera di Cagliari, Viale Armando Diaz, ingresso Pad.1, P.zza Marco Polo, CAGLIARI
SICILIA: Centro Commerciale Fiera del Sud, Viale Epipoli, 250, SIRACUSA – Le Ciminiere, Viale Africa 12, CATANIA.

Nei giorni 28 e 29 giugno 2021, per motivi organizzativi, i residenti nel Lazio, nelle altre regioni del Centro-Nord e all’estero saranno convocati presso la sede individuata nella regione Emilia Romagna: Bologna Fiere – Viale della Fiera, 20 – BOLOGNA Ogni candidato è convocato in base alla provincia di residenza. Si evidenzia che i residenti in Basilicata sono convocati insieme ai residenti in Puglia presso la sede individuata nella Regione Puglia.

Questionario a risposta multipla

La prova scritta, come previsto dal Bando, consiste in un questionario a risposta multipla di 40 quesiti – specifici per ognuno dei cinque profili (esperto amministrativo-giuridico; esperto in gestione, rendicontazione e controllo; esperto tecnico; esperto in progettazione e animazione territoriale; analista informatico), da svolgere in 60 minuti. Ciascun candidato riceverà, per posta elettronica ordinaria, una lettera di partecipazione recante le informazioni utili per la convocazione, nonché un QRCODE indispensabile per l’accesso alla prova. Tale lettera sarà inviata a ciascun candidato qualche giorno prima della data in cui è convocato, all’indirizzo di posta elettronica ordinaria indicato dal candidato stesso in sede di presentazione della domanda. Tutti i candidati devono presentarsi puntualmente all’ora stabilita, con: un valido documento di riconoscimento; copia stampata della lettera di partecipazione alla prova concorsuale; ricevuta rilasciata dal sistema informatico al momento della compilazione on line della domanda; autodichiarazione COVID da firmare in sede concorsuale; referto relativo a un test antigenico rapido o molecolare, effettuato mediante tampone oro/rino faringeo non prima di 48 ore dalla prova concorsuale, con esito negativo. L’assenza dalla sede di svolgimento della prova nella data e nell’ora stabilita per qualsiasi causa, ancorché dovuta a forza maggiore, comporterà l’esclusione dal Concorso.

I candidati sono invitati a prendere visione dell’elenco degli ammessi per ogni codice di Concorso, dell’Avviso di convocazione, delle istruzioni e delle misure di sicurezza ivi riportate, del Protocollo concorsi DFP, nonché degli elenchi dei convocati suddivisi per codice Concorso e per sede regionale, disponibili almeno 10 giorni prima. Ogni altra informazione di dettaglio è reperibile al seguente link:  Resta valido il termine originariamente previsto per la conclusione del Concorso: la pubblicazione delle cinque graduatorie finali, una per profilo, e le assunzioni dei vincitori avverranno entro luglio.

Le figure ricercate e i posti disponibili

Funzionario esperto tecnico (Codice FT/COE) con competenza in materia di supporto e progettazione tecnica, esecuzione di opere e interventi pubblici e gestione dei procedimenti legati alla loro realizzazione: 1412 posti a tempo determinato così suddivisi:

  • 2 presso la Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per le politiche di coesione;
  • 5 presso l’Agenzia per la coesione territoriale;
  • 4 presso l’Agenzia nazionale politiche attive del lavoro (ANPAL);
  • 122 presso la Regione Abruzzo;
  • 56 presso la Regione Basilicata;
  • 201 presso la Regione Calabria;
  • 330 presso la Regione Campania;
  • 31 presso la Regione Molise;
  • 213 presso la Regione Puglia;
  • 173 presso la Regione Sardegna;
  • 275 presso la Regione Sicilia.

– Funzionario esperto in gestione, rendicontazione e controllo (Codice FG/COE) con competenza in materia di supporto alla programmazione e pianificazione degli interventi, gestione, monitoraggio e controllo degli stessi, compreso il supporto ai processi di rendicontazione richiesti dai diversi soggetti finanziatori, anche attraverso l’introduzione di sistemi gestionali più efficaci e flessibili tra le amministrazioni e i propri fornitori: 918 posti a tempo determinato così suddivisi:

  • 8 presso la Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per le politiche di coesione;
  • 4 presso l’Agenzia per la coesione territoriale;
  • 3 presso l’Agenzia nazionale politiche attive del lavoro (ANPAL);
  • 5 presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali;
  • 86 presso la Regione Abruzzo;
  • 42 presso la Regione Basilicata;
  • 117 presso la Regione Calabria;
  • 228 presso la Regione Campania;
  • 26 presso la Regione Molise;
  • 178 presso la Regione Puglia;
  • 103 presso la Regione Sardegna;
  • 118 presso la Regione Sicilia.

– Funzionario esperto in progettazione e animazione territoriale (Codice FP/COE) con competenza in ambito di supporto alla progettazione e gestione di percorsi di animazione e innovazione sociale fondati sulla raccolta dei fabbisogni del territorio e la definizione e attuazione di progetti/servizi per la cittadinanza: 177 posti a tempo determinato così suddivisi:

  • 1 presso la Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per le politiche di coesione;
  • 1 presso l’Agenzia per la coesione territoriale;
  • 4 presso l’Agenzia nazionale politiche attive del lavoro (ANPAL);
  • 4 presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali;
  • 12 presso la Regione Abruzzo;
  • 7 presso la Regione Basilicata;
  • 17 presso la Regione Calabria;
  • 33 presso la Regione Campania;
  • 7 presso la Regione Molise;
  • 37 presso la Regione Puglia;
  • 16 presso la Regione Sardegna;
  • 38 presso la Regione Sicilia.

 Funzionario esperto amministrativo giuridico (Codice FA/COE) con competenza in ambito di supporto alla stesura ed espletamento delle procedure di gara ovvero degli avvisi pubblici nonché della successiva fase di stipula, esecuzione, attuazione, gestione, verifica e controllo degli accordi negoziali derivanti: 169 posti a tempo determinato così suddivisi:

  • 2 presso la Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per le politiche di coesione;
  • 3 presso l’Agenzia per la coesione territoriale;
  • 2 presso l’Agenzia nazionale politiche attive del lavoro (ANPAL);
  • 4 presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali;
  • 12 presso la Regione Abruzzo;
  • 7 presso la Regione Basilicata;
  • 17 presso la Regione Calabria;
  • 30 presso la Regione Campania;
  • 7 presso la Regione Molise;
  • 32 presso la Regione Puglia;
  • 15 presso la Regione Sardegna;
  • 38 presso la Regione Sicilia.

– Funzionario esperto analista informatico (Codice FI/COE) con competenza in materia di analisi dei sistemi esistenti e definizione di elementi di progettazione di dati logici per i sistemi richiesti dai fabbisogni di digitalizzazione delle amministrazioni. Identificazione e progettazione di chiavi per i dati e definizione di cataloghi di dati. Definizione e realizzazione delle condizioni di interoperabilità per l’acquisizione e scambio di dati utili alle amministrazioni: 124 posti a tempo determinato, così suddivisi:

  • 1 presso la Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per le politiche di coesione;
  • 2 presso l’Agenzia per la coesione territoriale;
  • 1 presso l’Agenzia nazionale politiche attive del lavoro (ANPAL);
  • 1 presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali;
  • 11 presso la Regione Abruzzo;
  • 7 presso la Regione Basilicata;
  • 13 presso la Regione Calabria;
  • 21 presso la Regione Campania;
  • 7 presso la Regione Molise;
  • 21 presso la Regione Puglia;
  • 11 presso la Regione Sardegna;
  • 28 presso la Regione Sicilia.

Dieni, preselezione per titoli va accantonata

“La preselezione per titoli rappresenta la morte del reclutamento pubblico e va accantonata. La prima prova del ministro Brunetta è stata un fallimento. Al Concorso per il Sud si sono presentati meno del 50 percento degli ammessi in alcune regioni. Ed ora la Funzione pubblica si trova costretta ad ammettere alla fase successiva tutti i partecipanti, circa 70 mila”. Lo afferma, in un comunicato Federica Dieni del M5S. “La motivazione – aggiunge Dieni – usata dal ministro Brunetta per giustificare il bando per il Sud, ossia la asserita velocizzazione delle procedure di reclutamento, data la riammissione di tutti i partecipanti, non solo vanifica il progetto iniziale, ma dimostra – se mai ce ne fosse stato bisogno – che una cosa è la teoria, altro immaginare quali siano i risvolti pratici di decisioni prese a tavolino. La selezione per titoli non premia necessariamente i meritevoli e impedisce di fatto a molti giovani neo laureati di partecipare a concorsi dove possono dimostrare la propria capacità e la propria preparazione. Adesso si rimedi riaprendo il termine di presentazione delle domande e si intervenga sul Dl reclutamento. La parola passi al Parlamento, il Ministro se ne faccia una ragione”.

Calabria

Al via la sperimentazione di intermodalità e bigliettazione integrata

L’assessore Catalfamo: «Prove tecniche da estendere su tutti i servizi compatibili»

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CATANZARO – Importante risultato raggiunto nell’ambito del trasporto pubblico locale con l’avvio della prima esperienza di intermodalità tra i servizi, definiti dalla programmazione estiva di Trenitalia, sulla linea ferrata e quelli erogati dagli esercenti, con i servizi su gomma.
Ne dà notizia l’assessore regionale alle Infrastrutture e ai Trasporti, Domenica Catalfamo, che ringrazia tutti gli attori che hanno contribuito ad avviare l’iniziativa.

«Per la sperimentazione – riporta una nota dell’assessorato – sono stati individuati i servizi di tre aziende: Ferrovie della Calabria, Preite e Saj, in quanto utili a garantire l’adeguato incontro tra le esigenze del settore trasporti e quelle del turismo e della cultura. I servizi sono stati individuati a seguito di una attenta analisi delle fasce di maggiore utenza e per i siti ad alta presenza turistica e, quindi, sono stati specificamente identificati anche attraverso un restyling dei mezzi, tutti livreati».

«L’avvio dei servizi – si specifica – è stato programmato in modo scaglionato a partire dallo scorso 24 luglio con quelli di “Cedri Beach Link” e “Capo Vaticano Link”, i nuovi servizi treno+bus di Trenitalia (Gruppo Fs italiane), realizzati in collaborazione con la Regione Calabria, che renderanno più facile raggiungere le località turistiche calabresi».
«Dal 7 agosto – prosegue la nota – sarà attivo un ulteriore servizio intermodale treno+bus: il Sibari Museum Link. In particolare, l’offerta di collegamento si concretizzerà in 8 collegamenti al giorno del Cedri Beach Link, dalla stazione di Praia a Mare, sarà possibile giungere in prossimità delle spiagge di San Nicola Arcella in bus; mentre, sono 5 i collegamenti giornalieri per il Capo Vaticano Link, che dalla stazione di Ricadi permetteranno di raggiungere in bus la località balneare di Capo Vaticano, lungo la Costa degli Dei; inoltre, dal 7 agosto arriva un ulteriore servizio treno+bus: il Sibari Museum Link, che collegherà la stazione di Sibari al Museo archeologico nazionale della Sibaritide».

L’assessore Catalfamo, che nei prossimi giorni presenterà i tre bus, sottolinea «l’importanza dell’iniziativa perché, accanto ai servizi intermodali, sarà possibile offrire finalmente una prima importante esperienza relativa al sistema di bigliettazione integrata attraverso le piattaforme di interscambio. Prove tecniche di intermodalità e tariffazione integrata da estendere al più presto su tutti i servizi compatibili sul territorio regionale, sia quelli in esercizio sia quelli da programmare con la finalità di collegare non solo aree di valenza turistica e culturale ma anche quelle con ridotta accessibilità». «La sperimentazione successiva – conclude – potrà a questo punto riguardare l’Area dello Stretto di Messina con un’intermodalità nave/aliscafi/bus/treno, rendendo operativa la prima realtà nazionale di gestione interregionale del Tpl».
L’iniziativa è stata ampiamente pubblicizzata sui portali web turistici e istituzionali di Trenitialia e Ferrovie della Calabria, Preite e Saj.

Continua a leggere

Calabria

Parte il 10 agosto “Il Treno degli Dei”, a bordo delle storiche carrozze a terrazzini

La presentazione ufficiale si terrà martedì 3 agosto alle 16.30 a Tropea alla presenza dei vertici di Fondazione FS Italiane e Regione Calabria 

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CATANZARO -Ad annunciarlo su Facebook l’associazione Ferrovie in Calabria che ha realizzato il progetto insieme alla Fondazione FS Italiane, alla Regione Calabria e alla Divisione Passeggeri Regionale Calabria di Trenitalia.  Il “Treno degli Dei” diventa realtà dopo la proposta lanciata dall’Associazione Ferrovie in Calabria di istituire un servizio ferroviario con materiale rotabile d’epoca, sulla Paola – Reggio Calabria Centrale via Tropea, in occasione dell’elezione della Perla del Tirreno, a Borgo dei Borghi 2021.

Dal prossimo 10 agosto sarà operativa anche sullo scartamento ordinario, di fatto rappresentando un caso unico a livello nazionale di Associazione di Promozione Sociale attiva nell’ambito del turismo ferroviario, impegnata nell’organizzazione di treni turistici su due diversi reti ferroviarie, a scartamento ridotto sulla Ferrovia Silana in collaborazione con Ferrovie della Calabria, ed a scartamento ordinario sulla Ferrovia Tirrenica Meridionale, in collaborazione con Trenitalia e Fondazione FS Italiane. Due distinti itinerari estivi in orario pomeridiano e serale che, attraverso un viaggio nel tempo a bordo di un treno storico, condurranno nelle località più belle della Costa degli Dei e della Costa Viola.

Sono aperte le vendite de Il Treno degli Dei:

– 10 agosto
– 13 agosto
– 16 agosto
– 20 agosto
– 27 agosto

Tutte le iniziative, legate ad una corsa a/r Paola – Lamezia Terme Centrale – Tropea – Reggio Calabria Centrale, sono state strutturate sulla base di un programma prettamente serale, che prevede tre diverse tipologie di itinerario turistico, ovvero:

– Paola – Tropea (con fermate intermedie per salita viaggiatori ad Amantea e Lamezia Terme Centrale);
– Lamezia Terme Centrale – Reggio Calabria Centrale (fermate intermedie per salita viaggiatori a Pizzo e Zambrone e stazioni di discesa Bagnara, Scilla e Reggio di Calabria Lido);
– Tropea – Reggio Calabria Centrale (fermata intermedia per salita viaggiatori a Ricadi – Capo Vaticano e stazioni di discesa Bagnara, Scilla e Reggio di Calabria Lido).

Si viaggerà a bordo delle storiche carrozze a Terrazzini trainate dal locomotore elettrico per eccellenza delle Ferrovie dello Stato, che per 40 anni ha rappresentato la spina dorsale del trasporto merci e viaggiatori a lunga percorrenza, il mitico Caimano E656. Durante il percorso, i viaggiatori potranno ammirare l’emozionante tramonto sul Mar Tirreno, coccolati da degustazioni di prodotti dolciari della tradizione calabrese, accompagnati da canti e musiche popolari, e con la bellissima presenza delle ‘bagnarote’ in costume tradizionale.

Due i pacchetti turistici aggiuntivi al viaggio in treno treno, che all’atto dell’acquisto del biglietto, potranno essere opzionati:

Tropea Borgo dei Borghi: una visita guidata tra le bellezze del centro storico tropeano con annesse degustazioni di prodotti tipici locali;
Costa Viola by Night: una romantica crociera sullo Stretto di Messina a bordo di una motonave turistica, con incluso il buonissimo panino al pesce spada e calice di vino bianco. Chi vorrà, potrà raggiungere anche Reggio Calabria, trascorrendo una piacevole serata lungo il Chilometro più bello d’Italia.

Il viaggio di rientro, in notturna, permetterà di arrivare a destinazione comodamente ed in sicurezza: la particolarità de Il Treno degli Dei, oltre alle tariffe estremamente competitive e paragonabili ad un viaggio a/r in treno Regionale, è proprio quella di offrire l’opportunità di raggiungere in modo alternativo, piacevole ed intriso di cultura ferroviaria, località turistiche come Tropea, Bagnara, Scilla e la stessa Reggio Calabria, in orari da piena ‘movida’ ma senza la necessità di utilizzare l’automobile. Nessuna difficoltà nel reperire parcheggi, arrivando nel cuore di queste località con tutta la sicurezza del trasporto su rotaia.

 

Continua a leggere

Calabria

Covid, in Calabria oggi 126 nuovi casi

Cala il tasso di positività. I nuovi positivi si concentrano maggiormente nelle province di Reggio Calabria e Cosenza

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CATANZARO – In Calabria, oggi, le persone risultate positive al Coronavirus sono 71.081 (+126)
rispetto a ieri. Cala, invece, il tasso di positività, registrando un 6,36% (ieri era stato il 6,44). I ricoverati in area medica sono due in più, portando il totale a 66. Nessun nuovo ricovero, invece, in terapia intensiva. Il dato dei deceduti è fermo a 1.255, mentre i guariti salgono a 66.989 (+38). C’é stato un aumento di tamponi eseguiti di 1.980, con il totale che é arrivato a 994.459. Questi sono i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione della Regione Calabria.

I nuovi positivi si concentrano maggiormente nella provincia di Reggio Calabria che segna + 69 e nel territorio di Cosenza con +43.  Catanzaro e Crotone registrano 2 nuovi positivi e 8 a Vibo Valentia.

Territorialmente, dall’inizio dell’epidemia, i casi positivi sono così distribuiti. Catanzaro: casi attivi 167 (4 in reparto, 0 in terapia intensiva, 163 in isolamento domiciliare); casi chiusi 10.262 (10.118 guariti, 144 deceduti). Cosenza: casi attivi 1.514 (30 in reparto, 3 in terapia intensiva, 1481 in isolamento domiciliare); casi chiusi 22.203 (21.627 guariti, 576 deceduti). Crotone: casi attivi 163 (2 in reparto, 1 in terapia intensiva, 160 in isolamento domiciliare); casi chiusi 6.621 (6.520 guariti, 101 deceduti). Reggio Calabria: casi attivi 715 (24 in reparto, 1 in terapia intensiva, 690 in isolamento domiciliare); casi chiusi 23.176 (22.837 guariti, 339 deceduti). Vibo Valentia: casi attivi 55 (3 in reparto, 0 in terapia intensiva, 52 in isolamento domiciliare); casi chiusi 5.585 (5.493 guariti, 92 deceduti).

 

Continua a leggere

Di tendenza