Vaccini, ProCiv Calabria: "Astrazenca solo ad over 60". In arrivo Moderna - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Calabria

Vaccini, ProCiv Calabria: “Astrazenca solo ad over 60”. In arrivo Moderna

In Calabria le somministrazioni di Astrazeneca vengono effettuate solo agli over60. Sono in consegna in queste ore in Calabria 7mila dosi di Moderna

Avatar

Pubblicato

il

CATANZARO – Il responsabile della Protezione civile regionale, Fortunato Varone ha confermato che già da sabato mattina tutti i centri di vaccinazione e gli hub calabresi hanno l’ordine di non somministrare il vaccino Astrazeneca agli under 60. “Peraltro la nuova disposizione – ha spiegato il dirigente regionale – non arreca alcun pregiudizio alle prenotazioni rispetto alle scorte di cui disponiamo”.

Intanto proseguono le consegne delle dosi vaccino in Calabria e sono attese in queste ore 7.000 dosi di Moderna per tutto il territorio regionale. I furgoni Sda, corriere di Poste Italiane, attrezzati con speciali celle frigorifere, hanno preso in consegna le 7.000 dosi arrivate a Cosenza e stanno procedendo alla consegna, raggiungendo le seguenti destinazioni finali: Lamezia Terme, Vibo Valentia, Melito Porto Salvo e Crotone. La fornitura alle strutture ospedaliere anche in questo caso, avviene in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri e l’Esercito Italiano.

Calabria

Processo contro i clan Iozzo-Chiefari. 14 condanne, assolto l’ex sindaco Pitaro

Accusati di esercitare nelle Preserre Catanzaresi il monopolio dello spaccio di droga, e le estorsioni, con ingerenze anche negli appalti pubblici

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CATANZARO – Quattordici condanne e 9 assoluzioni, tra cui quella di un ex sindaco. E’ il verdetto emesso dal Gup di Catanzaro a conclusione del processo, con rito abbreviato, contro la cosca Iozzo-Chiefari della ‘ndrangheta, attiva nei territori di Torre di Ruggiero, Chiaravalle Centrale e zone limitrofe. La cosca Iozzo-Chiefari risulta essere federata con i Gallace di Guardavalle e in contrasto con i Procopio-Sia-Tripodi di Soverato. L’ex primo cittadino assolto “perché il fatto non sussiste” é Giuseppe Pitaro, già sindaco di Torre di Ruggiero, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. E’ stato condannato, invece, a 4 mesi l’imprenditore edile Giuseppe Gareri, mentre è stato assolto il fratello Mario Salvatore.

L’inchiesta della Dda di Catanzaro che ha portato al processo, denominata Orthrus, con un richiamo al cane a due teste della mitologia greca, coordinata dalla Dda di Catanzaro, e le relative indagini condotte dai carabinieri del Comando provinciale del capoluogo, risalgono all’ottobre del 2019 e portarono all’arresto di 17 persone tra presunti capi e gregari della cosca, accusata di esercitare nel territorio delle Preserre Catanzaresi, tra Guardavalle e Torre di Ruggiero, il monopolio dello spaccio di droga, e le estorsioni, con ingerenze anche negli appalti pubblici, ed in particolare su quelli riguardanti la “Trasversale delle Serre” la strada di collegamento tra le coste ionica e tirrenica della provincia di Catanzaro.

Continua a leggere

Calabria

Contagi invariati in Calabria (+107), 2 vittime. Lieve aumento dei ricoveri

Stabili i nuovi contagi covid in Calabria con poco più di 2mila tamponi processati. Scendono sotto quota 4mila i casi attivi

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Restano praticamente invariati i nuovi coronavirus in Calabria, anche se con un numero un leggera diminuzione di tamponi processati, come accade oramai di consuetudine la domenica. Tra molecolari e antigenici nelle ultime 24 ore sono stati effettuati +2.193 test, che portano ad un aumento del tasso di positività che risale al 4,88%. Dopo cinque giorni di costante e continua diminuzione, risalgono lievemente i ricoveri in area medica e nelle unità di terapia intensiva. Scende invece il numero delle vittime: oggi si contano 2 decessi. Sono +107 i nuovi positivi accertati oggi in tutta la Calabria dal dipartimento salute della Regione (ieri erano +106), compresi 17 positivi residenti fuori regione e comunicato dall’Asp di Reggio Calabria. I casi confermati di oggi sono così suddivisi: Cosenza +2 contagi, Catanzaro +6, Crotone +17, Vibo Valentia +1, Reggio Calabria +64, altra Regione o Stati esteri +17. Nella nostra regione, con i nuovi positivi riscontrati oggi si raggiungono gli 83.032 casi totali da inizio pandemia.

Due vittime, casi attivi sotto quota 4mila

Analizzando i dati e i numeri sul contagio in Calabria, compresi i residenti e le persone da fuori regione, continua a diminuire il numero di persone attualmente positive al covid in tutta la Calabria: i casi attivi scendono sotto quota 4mila: sono complessivamente 3.977, con una diminuzione di 81 persone rispetto a ieri. Il numero dei guariti sale in totale a 78.003 con un incremento di 186 persone nelle ultime 24 ore. Sono due le vittime accertate da ieri (una rispettivamente a Vibo Valentia e a Reggio Calabria) che portano numero complessivo dei morti da inizio pandemia a 1.398.

Lievissimo aumento dei ricoveri

In leggero rialzo i posti letto occupati in area medica (quattro ricoveri e due  dimissioni) e di un’unità anche nelle terapie intensive. Sono complessivamente 172 le persone ricoverate nei nosocomi calabresi. Di queste, 159 si trovano nei reparti di malattie infettive (+2) e 13 in terapia intensiva (+1). Infine sono 3.805 le persone in isolamento domiciliare, con una diminuzione di 84 persone rispetto a ieri. Di queste, 320 sono persone residenti fuori regione o in altri Stati esteri.

Territorialmente i casi positivi sono così distribuiti:

Catanzaro
CASI ATTIVI 225 (17 in reparto, 4 in terapia intensiva, 204 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 11130 (10978 guariti, 152 deceduti)

Cosenza
CASI ATTIVI 1425 (36 in reparto, 2 in terapia intensiva, 1387 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 25722 (25084 guariti, 638 deceduti)

Crotone
CASI ATTIVI 307 (9 in reparto, 0 in terapia intensiva, 298 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 7717 (7604 guariti, 113 deceduti)

Reggio Calabria
CASI ATTIVI 1612 (88 in reparto, 5 in terapia intensiva, 1519 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 27678 (27289 guariti, 389 deceduti)

Vibo Valentia
CASI ATTIVI 83 (6 in reparto, 0 in terapia intensiva, 77 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 6238 (6140 guariti, 98 deceduti)

Continua a leggere

Calabria

Sassi, bottiglie di vetro e candeggina contro i vicini: arrestato 41enne

L’uomo è stato stato rintracciato nella sua abitazione di Lamezia Terme dove si trovava nonostante il divieto di dimora per le ripetute minacce di morte contro una coppia

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

LAMEZIA TERME – É accusato di avere molestato e minacciato di morte, per futili motivi legati a cattivi rapporti di vicinato, una coppia di vicini anche in presenza del loro figlio minore. Un quarantunenne S.F. è stato arrestato dalla Polizia di Stato a Lamezia Terme in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Gip del Tribunale su richiesta della Procura.

La vicenda scaturisce da numerosi interventi delle forze dell’ordine, e in particolare della Volante del Commissariato, nell’abitazione della coppia che l’uomo minacciava continuamente lanciando al loro indirizzo bottiglie di vetro e sostanze liquide del tipo candeggina, ingiuriandoli ed impedendo loro di entrare in casa. In un’occasione, secondo quanto riferito dalla Polizia, l’uomo aveva anche lanciato contro il vicino, mentre questi era a bordo della sua autovettura, un grosso sasso. La coppia era stata costretta a rivolgersi alle forze dell’ordine. I poliziotti intervenuti avevano verificato che, spesso, S.F. ostruiva costantemente con i propri veicoli ed i propri mezzi la via d’accesso e di uscita dalle abitazioni dei vicini. A seguito degli accertamenti eseguiti lo scorso 21 settembre era stata emessa, nei confronti dell’uomo, una prima ordinanza di divieto di dimora nel comune di Lamezia Terme per stalking nei confronti dei vicini che è stata violata. S. F., infatti, è stato stato rintracciato e arrestato nella sua abitazione di Lamezia Terme dove si trovava nonostante il divieto.

Continua a leggere

Di tendenza