"In Calabria più personale sanitario militare per vaccinare nelle zone più lontane" - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Calabria

“In Calabria più personale sanitario militare per vaccinare nelle zone più lontane”

Figliuolo “impiegati team mobili di vaccinatori dell’Esercito nei comuni calabresi più lontani. A Settembre 80% di italiani vaccinati”

Avatar

Pubblicato

il

COSENZA – “Nel corso della mia visita in Calabria, regione commissariata dal 2010 che continua a vivere rilevanti difficoltà nel settore sanitario, mi è stata rappresentata la necessità di ulteriore personale sanitario militare, da impiegare nelle zone interne della Regione. All’uopo vengono impiegati team mobili di vaccinatori dell’Esercito nei Comuni dell’area interna, che operano nelle diverse province ove è maggiormente richiesto”. Lo ha detto il Commissario Straordinario all’Emergenza Covid-19, generale Francesco Paolo Figliuolo, intervenendo in V Commissione della Camera dei Deputati (Bilancio, Tesoro e Programmazione) sul decreto Sostegni bis. “Sempre per quanto riguarda la Calabria, ho emanato l’Ordinanza n. 5 in data 7 aprile u.s., con la quale la Protezione Civile regionale è stata nominata Soggetto attuatore per l’implementazione del piano vaccinale, mediante l’apertura di 3 hub vaccinali sul territorio regionale, con oneri e costi a carico della Struttura Commissariale (l’attuazione dell’attività sta avvenendo mediante una Convenzione tra la Protezione Civile Calabria e il Comitato regionale della Croce Rossa Italiana)”.

Nuovi centri e distribuzione capillare, Così la Calabria è risalita

In effetti, va evidenziato, da quando la Protezione civile regionale ha preso in mano la gestione della campagna vaccinale, la Calabria è risalita dagli ultimi posti per numero di dosi somministrate, alle prime posizione, Tutto questo grazie ad un notevole incremento dei centri vaccinali (venerdì 11 giugno sarà inauguro un nuovo hub presso l’aeroporto di Crotone) e ad una diffusione più capillare in tutti i territori. Ad oggi sono stati vaccinati (tra prima e seconda dose) oltre un milione e centocinquantamila calabresi. Ieri sono state somministrate circa 17mila dosi, 5mila delle quali hanno riguardato i giovani maturandi per i quali sino al 9 giugno è stato prolungato l’open day anche per i docenti in commissione d’esame. Necessaria l’autocertificazione. Da oggi tocca invece anche agli studenti della terza media che possono presentarsi nei punti vaccinali senza prenotazione ma sempre con autocertificazione firmata dai genitori, in quanto minorenni.

Per settembre 80% di italiani vaccinati

Per quanto riguarda invece le vaccinazioni a livello nazionale, il commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 ha ribadito che da subito ha evidenziato l’importanza dell’obiettivo da raggiungere ovvero quello di conseguire la vaccinazione dell’80% popolazione entro settembre. Di tale popolazione è compresa anche la platea 12-15 anni, si tratta nel complesso di 54,3 milioni di cittadini“. Il nostro obiettivo – ha aggiunto – è non sprecare niente in termini di risorse, tempo, uomini e mezzi. L’Italia è un grande paese che ha tutto bisogna solo mettere tutto insieme e coordinare. Ho adottato un’ordinanza volta a mantenere la priorità per gli over 80 e soggetti fragili, credo che questo sia stato il punto di svolta della campagna vaccinale, ciò che ha permesso un repentino calo di ospedalizzazione, ricoveri in terapia intensiva e mortalità. Successivamente  – ha spiegato Figluolo – nei primi giorni di maggio la copertura risultava incompleta per disabili e dei familiari conviventi ho emanato una ordinanza con la quale sono state impartite alle regioni disposizioni per colmare tale gap con la semplificazione per le procedure per la semplificazione”.

Circa l’83% degli over 80 ha ultimato il ciclo vaccinale

Si rileva che ad oggi circa l‘83% degli over 80 ha ultimato il ciclo vaccinale completo – ha proseguito – per i 70-79 al 10 aprile meno del 20% aveva ricevuto la prima somministrazione, mentre al 6 giugno si è passati all’oltre 84% e il 37,23% ha ultimato il ciclo. Per la categoria 60-69 anni al 6 giugno il 74,1% ha ricevuto la prima somministrazione e oltre il 30% ha completato il ciclo”. Il commissario straordinario ha poi evidenziato l’importanza dell’approvvigionamento di dosi per il conseguimento degli obiettivi della campagna, ricordando: “Al termine del primo trimestre abbiamo ricevuto 14,18 milioni di dosi, Pfizer e Moderna hanno fornito quantitativi in linea con la programmazione, mentre AstraZenca è risultata deficitaria di 1,24 milioni. Il previsionale del secondo trimestre prevede 54,7 milioni di dosi complessive unitamente a J&J le cui somministrazioni sono iniziate dopo la metà di aprile. Ad oggi nel periodo aprile-maggio state consegnate 19 milioni di Pfizer, 2,5 di Modena, 5,2 milioni di AstraZeneca e 1,6 di J&J, per complessivamente 28,3 milioni di dosi”.

Passaggio da Hub a sistema delocalizzato

Per Figliuolo, inoltre, è necessario un graduale “passaggio dalla vaccinazione effettuata in maniera centralizzata presso gli hub verso un sistema delocalizzato molto più capillare e prossimo ai cittadini. Sarà così possibile completare le vaccinazioni degli over 80 e fragili che potranno essere raggiunti a domicilio. E’ stato dato impulso all’adesione alla capacità di medici di medicina generale, pediatri di libera scelta e farmacisti che permettera’ di incrementare notevolmente la capacita’ di inoculazione giornaliera. La poderosa e complessa macchina della struttura commissariale – ha sottolineato – si sta rivelando uno strumento efficace e straordinario, questa macchina deve condurre però gradualmente nei prossimi mesi a un binario di ordinaria gestione da parte delle amministrazioni centrali e locali competenti”

Calabria

Tragico incidente sulla Statale 106, due vittime

Lo scontro frontale ha provocato la morte di due persone ma anche il ferimento di una terza. L’impatto tra una Kia Rio ed una Fiat Panda di una società di vigilanza privata

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

SELLIA MARINA (CZ) – Ancora morti sulle strade calabresi: due persone hanno perso la vita e un’altra è rimasta gravemente ferita in un incidente stradale avvenuto nella notte sulla statale 106 nel comune di Sellia Marina. Due le vetture coinvolte, per cause in corso di accertamenti, in uno scontro frontale; si tratta di una Kia Rio ed una Fiat Panda di proprietà di una società di vigilanza privata.

Deceduti sul colpo i due occupanti della Fiat Panda mentre è rimasto ferito in modo grave il conducente dell’altra vettura che estratto in gravi condizioni dalle lamiere dell’abitacolo dai vigili del fuoco è stato trasportato dal personale sanitario del Suem118 nell’ospedale di Catanzaro. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Sellia Marina che hanno messo in sicurezza il sito e le vetture e i carabinieri della locale Compagnia per gli adempimenti di competenza. Presente personale Anas per il ripristino delle condizioni di sicurezza della sede stradale, una delle cui corsie è rimasta chiusa fino al completamento delle operazioni.

Continua a leggere

Calabria

Incendiano casa ad un migrante per costringerlo a lasciarla, ricercati

Hanno dato fuoco ad una casa con lo scopo di costringere l’affittuario, un migrante nigeriano che in quel momento stava dormendo, a lasciare l’immobile

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

SORIANO CALABRO (VV) – Sono ricercati dai carabinieri i due responsabili dell’incendio. I due dopo avere appiccato il fuoco si sono allontanati. E’ accaduto nella notte tra sabato e domenica a Soriano Calabro, centro del vibonese. Il migrante che si trovava nell’abitazione é riuscito a fuggire ed é rimasto illeso. Per appiccare l’incendio, i responsabili si sono introdotti nella casa forzando la porta d’ingresso. Le fiamme si sono però propagate rapidamente, provocando gravi danni all’immobile.

Dalle indagini avviate dai carabinieri, é emerso che alla base dell’incendio doloso non ci sarebbe alcuna forma di razzismo nei confronti del nigeriano, che tra l’altro pagava regolarmente l’affitto, ma soltanto lo scopo di costringerlo ad abbandonare la casa per subentrargli nell’occupazione dell’immobile, ubicato nel centro storico del paese. Esclusa, inoltre, qualsiasi responsabilità da parte del proprietario della casa.

Continua a leggere

Calabria

Weekend in montagna, due escursionisti recuperati dal Soccorso alpino

Il primo intervento ieri pomeriggio su un sentiero nel cosentino. Un altro presso la Diga del Menta in Aspromonte

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

COSENZA – Un escursionista è stato colto da un malore ieri pomeriggio mentre stava percorrendo insieme ad un gruppo, il sentiero di Scala di Barile nel Comune di San Lorenzo Bellizzi (Cs). Allertata la centrale operativa del 118, è stato eseguita una richiesta d’aiuto al Soccorso Alpino e Speleologico Calabria della Stazione Pollino. Due squadre unitamente ad una squadra del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza sono intervenute e dopo aver soccorso l’uomo lo hanno imbarellato e calato verso il basso con le corde e poi issato sino al parcheggio di località Maddalena. Sul posto anche i carabinieri territoriali e quelli forestali. L’uomo è stato poi consegnato alle cure del 118 nonché al sanitario della Guardia Medica di San Lorenzo Bellizzi.

In Aspromonte invece, in serata, sempre il Soccorso Alpino e Speleologico Calabria ha tratto in salvo un escursionista. L’intervento iniziato nel pomeriggio presso la Diga del Menta, in Aspromonte. La Centrale Operativa del 118 di Reggio Calabria ha allertato la stazione del Soccorso Alpino e Speleologico Aspromonte per un escursionista che, dopo una rovinosa caduta, si era procurato una lussazione ad una spalla. Una squadra di tecnici della stazione Aspromonte ha prontamente raggiunto il ferito che si trovava presso la Diga del Menta. L’escursionista è stato imbarellato e, immobilizzata la spalla, consegnato all’ambulanza del 118 attraversando la fiumara prima e lungo il sentiero di risalita successivamente. All’intervento, molto impegnativo, hanno anche collaborato i Vigili del Fuoco di Reggio Calabria e Gambarie. Sul posto anche i Carabinieri.

Continua a leggere

Di tendenza