ASCOLTA RLB LIVE
Search

Crisi call – center: Infocontact chiude le sedi di Serra San Bruno e Stefanaconi

Abramo decide di far pagare ai lavoratori le conseguenze della voragine in bilancio creata dalla cattiva amministrazione dell’azienda.

 

VIBO VALENTIA – Nulla da fare per le sedi di Infocontact di Serra San Bruno e Stefanaconi, nel Vibonese. Chiusa la procedura concorsuale per la cessione del secondo ramo aziendale di Infocontact, la subentrata societa’ Abramo C&C ha deciso per i lavoratori dei call center vibonesi misure che vanno dagli esodi incentivati per l’alleggerimento del carico occupazionale, alla sottoscrizione di nuovi contratti a progetto, ma alle stesse condizioni salariali di prima ed in ogni caso nella sede centrale di Lamezia Terme, non lasciando quindi piu’ alcuna speranza per i 92 lavoratori del Vibonese. Duro il commento del segretario provinciale della Cgil, Luigi De Nardo, secondo il quale “l’unico territorio senza piu’ una societa’ di consistente spessore commerciale e rilevanti assetti occupazionali nel settore produttivo dei call center e’ la provincia di Vibo Valentia. I tanti cittadini della provincia vibonese da stamattina anziche’ ricevere delle risposte dalla politica, a volte elementari, troveranno invece sotto casa o per le vie delle loro citta’ i militari dell’esercito italiano. Per quanto difficile da accettare – conclude il segretario della Cgil – sono una risposta cogente per gestire quegli spazi di agibilita’ democratica che la politica locale non e’ stata in grado di assolvere e garantire”.