ISS, In Italia peggiorano incidenza e ricoveri. Calabria in bilico tra arancione e rosso - QuiCosenza.it
Ritrovaci sui social

Calabria

ISS, In Italia peggiorano incidenza e ricoveri. Calabria in bilico tra arancione e rosso

Aumenta ancora l’incidenza a livello nazionale mentre l’RT resta stabile a 1.16. Nel pomeriggio l’ordinanza di Speranza

Marco Garofalo

Pubblicato

il

COSENA – Resta stabile l’indice Rt in Italia: nell’ultima settimana si è attestato al valore di 1.16 (range 1,02 – 1,26), come la settimana scorsa. Il valore fa riferimento al periodo dal 24 febbraio al 09 marzo 2021. Aumenta ancora l’incidenza  (sempre a livello nazionale) che supera i 250 casi ogni 100mila abitanti, mentre la soglia critica dei ricoveri sia in area medica che nelle terapie intensive è stata superata con l’iSS che invita alla massima mitigazione. Sono i primi dati che emergono dalla cabina di monitoraggio con i dati sull’epidemia in Italia. Sulle valutazioni degli esperti il Ministro Speranza emanerà le nuove ordinanze con i colori delle Regioni che entreranno in vigore da lunedì. Nessuno migliora con la Sardegna che esce dalla zona bianca e rischia di finire addirittura in zona arancione. Stesso colore che potrebbe prendere il Molise, mentre la Toscana va verso il rosso. Restano in bilico invece la Valle D’Aosta e la Calabria. La nostra regione, pur con un’incidenza in aumento, potrebbe mantenere la zona arancione ma a preoccupare è la situazione dei ricoveri che potrebbe portare ad un ulteriore stretta. Dipenderà anche molto dal valore dell’RT che la scorsa settimana era comunque sotto 1.

Ricoveri: intensive al 36%, area medica al 40%

Quello che continua a preoccupare in Italia è l’occupazione dei posti letto in area medica con la soglia critica che supera il 40%, per un forte aumento nel numero di persone ricoverate: da 22.393 (9 marzo 2021) a 26.098 (16 marzo). Peggiorano, infatti, le Regioni che hanno un tasso di occupazione in terapia intensiva e/o aree mediche sopra la soglia critica (13 Regioni vs 11 la settimana precedente). “Il tasso di occupazione in terapia intensiva a livello nazionale è complessivamente in forte aumento e sopra la soglia critica (36% vs 31% della scorsa settimana). Il numero di persone ricoverate in terapia intensiva è in forte aumento da 2.756 (09/03/2021) a 3.256 (16/03/2021).

Aumenta l’incidenza “massimo livello di mitigazione”

Il nuovo monitoraggio dell’ISS evidenzia un ulteriore aumento dell’incidenza a livello nazionale, che supera la soglia di 250 casi settimanali per 100.000, che impone il massimo livello di mitigazione possibile. Nel periodo 12-18 marzo 2021 è risultata di 264 per 100.000 abitanti. Continua ad aumentare anche il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (54.964 vs 50.256 la settimana precedente). “La percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti è 28,2%. Invece, il 37,2% dei casi è’ stato rilevato attraverso la comparsa dei sintomi. Infine, il 20,5% attraverso attività di screening e per il 14,1% dei casi non era disponibile tale informazione”.

Aumentano i contagi non legati a catene di trasmissione

Continua ad aumentare il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (54.964 contro i 50.256 della settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti è del 28,2%. Invece, il 37,2% dei casi è stato rilevato attraverso la comparsa dei sintomi. Infine, il 20,5% attraverso attività di screening e per il 14,1% non era disponibile tale informazione.

Calabria

Oltre 100 pneumatici smaltiti illegalmente. Sequestrata l’attività di un gommista

Gli accertamenti nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura a seguito della quale la settimana scorsa sono stati eseguite tre misure cautelari

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

REGGIO CALABRIA – La Polizia locale di Reggio Calabria ha sottoposto a sequestro preventivo d’urgenza, nella zona sud della città, un esercizio commerciale ed artigianale di gommista. Secondo quanto emerso dalle indagini, il titolare avrebbe smaltito illegalmente per 11 volte in poco mendo di due mesi oltre 100 penumatici fuori uso, depositandoli su suolo pubblico in un’area particolarmente degradata dal punto di vista ambientale. Gli accertamenti sono stati svolti nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica a seguito della quale la settimana scorsa sono stati eseguite tre misure cautelari disposte dal Gip per incendio di rifiuti. Il titolare dell’esercizio, al quale è stato sequestrato anche il veicolo utilizzato per trasportare gli pneumatici, è stato denunciato per smaltimento illegale di rifiuti speciali.

Continua a leggere

Calabria

Reggio, incendiata l’auto del rettore dell’università per stranieri “Dante Alighieri”

Antonino Zumbo: “Gesto inqualificabile e per quanto mi riguarda inspiegabile. Sono convinto di non aver fatto nulla da meritare tale gesto delinquenziale”

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

REGGIO CALABRIA – Persone non identificate hanno incendiato, a Reggio Calabria, l’auto del rettore dell’Università per stranieri “Dante Alighieri” Antonino Zumbo. La vettura era parcheggiata, in pieno centro a Reggio Calabria, nei pressi dell’abitazione del docente universitario. Sul posto sono intervenuti gli agenti delle Volanti e i vigili del fuoco che hanno accertato la natura dolosa del rogo. La notizia è stata data dallo stesso Zumbo che, in una lettera alla sua comunità accademica, lo ha definito un “gesto inqualificabile e, per quanto mi riguarda, inspiegabile”.

Un gesto che, secondo il rettore dell’UniDA “va comunque letto, nel suo tristo e delinquenziale messaggio, quale sinistro e minaccioso avvertimento. In conseguenza di che? E ci sarà un seguito? Non sono in grado di rispondere – aggiunge Zumbo nella lettera – ma di quanto accaduto in danno non di un privato cittadino, e di questo ne sono certo, ma del rettore della vostra e nostra Università, nessuna notizia sulla stampa o sui mass media, nessun segno, verbale o scritto da parte di chicchessia, complice forse la domenica elettorale.

Vivo, dunque, una duplice amarezza, pur nell’affetto della mia famiglia, personale e istituzionale, che mi porta ad una pacata, ma severa, riflessione sul mio essere e sul mio operato, soprattutto in questa fase di difficoltà per l’Ateneo, di Rettore dell’UniDA, riflessione che potrà essere foriera di future consequenziali valutazioni e decisioni in merito”.

Il rettore, nella lettera alla comunità accademica, sottolinea di essere “fermamente convinto, comunque, di non aver fatto nulla, come privato e come figura istituzionale, da ‘meritare’ di essere destinatario di un’azione che definire criminale è dire poco”.

Continua a leggere

Calabria

Politiche, Occhiuto verso il rimpasto di Giunta. Palazzo Campanella si prepara alle surroghe

Il governatore dovrà cercare i sostituti di Fausto Orsomarso e Tilde Minasi. Ma potrebbero cambiare anche i rapporti di forza nella maggioranza.

Avatar

Pubblicato

il

Scritto da

CATANZARO – Il rinnovo del Parlamento avrà sicure ripercussioni sull’assetto del governo regionale. Dopo l’elezione degli assessori Fausto Orsomarso al quale è affidato il settore Turismo e Tilde Minasi titolare della delega al Welfare, il presidente Roberto Occhiuto dovrà giocoforza rivedere la sua squadra di governo e sostituire i neoeletti parlamentari. La rimodulazione, in realtà, potrebbe essere ancora più larga e tenere conto dei risultati del voto di domenica 25 settembre. In particolare, il responso delle urne ha premiato il partito di Forza Italia che, in Calabria, ha fatto registrare il miglior risultato a livello nazionale. Esito opposto, invece, per la Lega che ne esce con le ossa rotte. Proprio in questa regione Matteo Salvini ha clamorosamente mancato l’elezione.

Cambiamenti in vista anche a palazzo Campanella dove scatteranno le surroghe dei consiglieri regionali destinati a lasciare Reggio per Roma. Si tratta di Giovanni Arruzzolo, attuale capogruppo degli Azzurri che si è conquistato uno scranno a Montecitorio. A sostituirlo sarà Domenico Giannettà. Sabrina Mannarino subentrerà invece a Fausto Orsomarso, mentre in casa Partito democratico Giovanni Muraca subentrerà all’eletto Nicola Irto. Il quadro, tuttavia, non è definitivo: dal calcolo dei resti nella quota proporzionale, infatti, potrebbe scaturire qualche altro cambio di casella.

 

 

Continua a leggere

Di tendenza