Successo in Sila per la II edizione digitale ITMS, incontri sul turismo sostenibile

Oltre 30 relatori ed esperti di settore e una settimana di incontri, webinar formativi, dibattiti che hanno visto la partecipazione più di mille persone

 

 

COSENZA – Sono i numeri di ITMS 2020, l’evento dedicato al turismo montano sostenibile, ideato e diretto da Destinazione Sila e giunto alla sua seconda edizione, interamente digitale organizzato con il patrocinio del Parco Nazionale della Sila. “In un momento di straordinaria emergenza per il settore del turismo – ha detto Daniele Donnici, presidente della rete di imprese Destinazione Sila -è fondamentale utilizzare questo stop forzato lavorando insieme, operatori turistici e istituzioni pubbliche, per individuare le soluzioni più adatte e cercare di colmare il gap organizzativo tra le nostre destinazioni turistiche e quelle più note e competitive”. “La situazione pandemica che stiamo attraversando – ha aggiunto – favorirà ancor di più l’interesse per i territori che hanno caratteristiche ambientali e naturali di pregio, prodotti agro-alimentari genuini e contesti poco affollati”. All’evento hanno aderito e partecipato diversi rappresentanti istituzionali tra i quali Fausto Orsomarso, assessore regionale, Francesco Curcio, presidente del Parco Nazionale della Sila e diversi sindaci del comprensorio silano. “Nel forum di ITMS – riporta un comunicato – si è discusso di sostenibilità come strada maestra da seguire nei prossimi anni, anche in termini di mobilità, e di comunicazione e promozione. Costruire contenuti autentici e originali e divulgarli con gli strumenti giusti, utilizzando sistemi tecnologici avanzati, i big data e l’intelligenza artificiale, sono alcuni dei punti da sviluppare per migliorare l’offerta”. “Occorre quindi mettere in campo una programmazione strategica e integrata – ha sostenuto ancora Donnici – solo in questo modo le destinazioni turistiche calabresi, e la Sila in particolare, potranno guardare con fiducia alla ripartenza del settore e al futuro del turismo”.