Addio a Jole Santelli, un cordoglio unanime e trasversale – FOTO

La morte improvvisa della presidente della Regione Jole Santelli ha destato tanta commozione. Combatteva dal 2014 contro un cancro e la sua scomparsa ha lasciato sgomento il mondo politico-istituzionale e anche il cuore dei cittadini calabresi

 

COSENZA – Oggi è il giorno dell’ultimo saluto a Jole Santelli, presidente della Regione Calabria dal gennaio scorso, che è stata la prima donna a rappresentare una regione che lei voleva fosse vista in modo diverso, nuovo, non più legato ai soliti accostamenti che restituiscono di questa terra solo una fotografia di criminalità e arretratezza. Jole Santelli si è spenta nel silenzio, nella sua casa, all’ultimo piano di una palazzina di via Piave.

Per tutta la giornata di ieri, è stato continuo il via vai di personaggi del mondo della politica, rappresentanti delle istituzioni e in serata anche il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia. Da Luciano Vigna al commissario ad acta per la sanità, il generale Saverio Cotticelli, dal sindaco Mario Occhiuto a quello di Rende, Marcello Manna. E ancora Fulvia Caligiuri, Rosaria Succurro, gli assessori regionali Orsomarso, Gallo, Savaglio e il vicepresidente Spirlì. Non sono mancati sindaci provenienti da tutta la provincia, cittadini, consiglieri comunali e regionali. Tantissimi i fiori, rose bianche e rosse, omaggi per tributare la presidente tra cui una corona bianca, firmata “Ultimo”, dall’assessore Sergio De Caprio.

Fotogallery – di Francesco Greco

Nella chiesa di San Nicola, vicina a Palazzo dei bruzi, la camera ardente e i funerali che saranno celebrati dal vescovo della diocesi di Cosenza Bisignano, mons. Nolè, in forma strettamente privata mentre domani, sarà aperta la camera ardente nella Sede della Giunta regionale e dopo la benedizione del presidente della Cec e arcivescovo di Catanzaro-Squillace, mons. Vincenzo Bertolone, la salma sarà traslata nel cimitero di Malito, piccolo comune del Cosentino, paese di origine della famiglia e dove sono sepolti i genitori.

Unanime e trasversale il cordoglio della politica e tutti hanno riconosciuto la forza di una donna in primis, che si è spesa per la sua Calabria. Il ministro per gli affari regionali Francesco Boccia arrivato nel tardo pomeriggio: “Sono sconvolto dalla scomparsa di Jole, cara amica e rappresentante straordinaria e appassionata del sud. Ci siamo confrontati anche con determinazione ma senza far mancare mai il rispetto reciproco” ha detto il ministro che nei mesi scorsi entrò anche in contrasto con la Santelli per la decisione di quest’ultima di anticipare la riapertura di bar e ristoranti all’aperto alla fine del lockdown.

Proprio pandemia è stata affrontata dalla Santelli a muso duro, con determinazione, sia nella fase del post lockdown, che nelle ultime settimane visto l’aumento dei contagi in Calabria per i quali è stata tra i primi governatori a ripristinare l’obbligo della mascherina anche all’aperto.

Oggi è il giorno dell’ultimo saluto e poi si potrà pensare di guardare avanti. Allo stato la Regione Calabria è sotto la guida del vice presidente, espressione della Lega, Nino Spirlì ma presto si dovrà tornare a votare. Entro 10 giorni il Consiglio regionale dovrà essere convocato per formalizzare lo scioglimento e poi, nei 60 giorni successivi si dovrà tornare alle urne ma il tutto potrebbe subire variazioni vista la pandemia.