guardia-costiera

Individuato cadavere in mare a Reggio Calabria: si tratta di un senza fissa dimora

Pare che, al momento del tuffo, fosse in evidente stato di ebbrezza. Era assieme ad altre due persone che si sono accorte immediatamente delle sue difficoltà dovute, molto probabilmente, ad una congestione.

 

REGGIO CALABRIA – Il cadavere di uomo è stato individuato in mare nel tratto di costa prospiciente la zona tra il molo di Ponente del Porto di Reggio Calabria e il lido comunale Genoese Zerbi, in zona “Candeloro”. Scattato l’allarme sono state avviate le operazioni di recupero che hanno vista impegnata la Guardia Costiera della Capitaneria di Porto di Reggio Calabria.  Appartiene ad un cittadino extracomunitario senza fissa dimora il cadavere recuperato dal gommone della Guardia costiera.

L’uomo era stato visto gettarsi in acqua da alcuni testimoni. Pare che, al momento del tuffo, fosse in evidente stato di ebbrezza. Era assieme ad altre due persone che si sono accorte immediatamente delle sue difficoltà dovute, molto probabilmente, ad una congestione. Un bagnante, che aveva notato la scena, ha immediatamente dato l’allarme chiamando i soccorsi. Sul posto è intervenuto il magistrato di turno.