Arrivano gli “Ecomusei” in Calabria

COSENZA – Conservare e valorizzare la nostra eredità. Questo è l’obiettivo che la Giunta regionale intente perseguire con la nuova iniziativa degli

“Ecomusei”. ”Una felice sintesi di cultura e natura”, parola dell’Assessore Regionale Mario Caligiuri, che ha fortemente voluto il provvedimento di istituzione approvato oggi in Consiglio Regionale. 

”Il concetto di “ecomuseo” (o “museo diffuso”) – è scritto nella relazione introduttiva del provvedimento adottato – ha una indubitabile portata innovativa che lo differenzia in maniera sostanziale ed evidente da quello di museo “tradizionale” non sottraendo beni od opere dal territorio in cui questi ultimi sono stati creati, bensì proponendosi, esso stesso, come strumento di valorizzazione e riappropriazione del  patrimonio naturalistico, storico-artistico e culturale da parte di una determinata comunità”.

”L’ecomuseo – prosegue la relazione- è più che altro un progetto sociale, identificandosi in tutte quelle azioni portate avanti da una comunità per lo sviluppo del territorio che la comunità stessa abita e condivide.  Più chiaramente un ecomuseo è uno spazio, un territorio determinato, di dimensioni variabili (un villaggio, una vallata, una comunità montana, un quartiere di città…) che ha comunque una sua unità (geografica, storica, culturale, economica…) e dove gli stessi abitanti — soggetti protagonisti, coinvolti in via diretta nel progetto —hanno scelto di comunicare la propria storia e la propria identità”.