Migranti positivi ad Amantea, Bruno Bossio: “una scelta senza logica”

“Seguirò passo passo l’evoluzione della situazione perché Amantea e la Calabria non meritano di subire ancora, per responsabilità esterne, lo stress di questi mesi con il rischio di ulteriori e gravi conseguenze per lo sviluppo economico del nostro territorio”. Comitato Amantea Libera: “no alle strumentalizzazioni sulla vicenda migranti”

 

AMANTEA (CS) – Sul caso dei migranti sbarcati a Roccella Jonica, 28 dei quali risultati positivi e trasferiti in isolamento ad Amantea (13) ed il resto a Reggio Calabria; è intervenuta anche l’On. Enza Brunio Bossio. “È evidente – si legge in un post sul suo profilo Facebook – l’allarme che immediatamente questa notizia ha creato nella popolazione. Anche perché Amantea non è una cittadina qualsiasi: è uno dei centri turistici e commerciali più importanti e popolosi della Calabria. Chi ha avuto l’idea di scegliere un luogo con queste caratteristiche certamente non ha fatto la scelta più logica.

A riguardo, questa mattina ho sentito il prefetto di Cosenza e il responsabile del dipartimento prevenzione dell’ASP che mi hanno rassicurata sulle modalità con le quali è avvenuto il trasferimento. Da Roccella i migranti sono stati trasportati, senza alcun contatto con la popolazione di Amantea, direttamente nella struttura e da lì non sono più usciti. E non usciranno per tutta la quarantena, grazie ad un controllo H24 delle forze dell’ordine ed un monitoraggio costante dei medici dell’Azienda Sanitaria. Seguirò passo passo l’evoluzione della situazione perché Amantea e la Calabria non meritano di subire ancora, per responsabilità esterne, lo stress di questi mesi con il rischio di ulteriori e gravi conseguenze per lo sviluppo economico del nostro territorio.”

 

Comitato Amantea Libera: “no alle strumentalizzazioni sulla vicenda migranti”

“In queste ore si parla moltissimo della vicenda che vede Amantea al centro della questione dei migranti sbarcati a Roccella Jonica e trasferiti nella nostra città. A nome del Comitato Amantea Libera – si legge in una nota – ci preme sottolineare come non ci sia nessuna forma di razzismo contro l’arrivo dei migranti. La grande preoccupazione che sta animando la nostra comunità è legata al pericolo Covid. Credo che ognuno di noi, fuori da ogni ipocrisia, sarebbe preoccupato dal sapere che 13 persone affette da Coronavirus  vengano innestate sul proprio territorio. Ci dissociamo da tutte le beghe politiche che stiamo vedendo in queste ore. Vediamo alla guida delle proteste ex amministratori che hanno portato allo sfacelo la città e che ora si mettono in prima fila cercando visibilità politica.
Fra questi esponenti di tutte le fazioni politiche. Svetta in questa situazione l’appello della parlamentare Enza Bruno Bossio che ci fa storcere il naso. La deputata è sostenitrice della linea Orfini, lo stesso che in passato è andato in soccorso dei migranti con un gommone. Oggi invece la Bruno Bossio vuole che il problema ad Amantea venga risolto rapidamente. Forse perché ha interessi privati su questo territorio. Stop alle strumentalizzazioni politiche, vogliamo Amantea sicura.”