La cocaina nascosta nella lavastoviglie, arrestato dai carabinieri

Tre distinte operazione dei carabinieri che hanno portato all’arresto di tre uomini

 

LAMEZIA TERME – Sono tre le persone arrestate dai carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme nell’ambito di distinte indagini contro lo spaccio di sostanze stupefacenti. Tra le persone finite in manette c’è anche un quarantaquattrenne già sottoposto all’obbligo di dimora perché coinvolto nell’operazione “Crisalide”. Si tratta di C.G. che, nel corso di una perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di un involucro, occultato nella lavastoviglie, con.25 grammi circa di cocaina. Dopo l’udienza di convalida gli è stata applicata la misura degli arresti domiciliari. Il secondo arresto riguarda un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Lamezia Terme su richiesta della locale Procura, nei confronti di C.G., 39 anni, ritenuto responsabile dei reati di detenzione e spaccio di stupefacenti.

L’uomo era stato già tratto in arresto lo scorso 31 marzo poiché sorpreso a bordo di un taxi, di rientro da Catanzaro, in possesso di modiche quantità di eroina e cocaina. Le indagini esperite hanno permesso di documentare diverse cessioni di stupefacente effettuate fra febbraio e marzo. Infine, i carabinieri della Stazione di Falerna Scalo hanno tratto in arresto F.G., 40 anni, poiché, nel corso di una perquisizione veicolare, successivamente estesa alla sua abitazione, è stato trovato in possesso di alcuni grammi di cocaina, sostanza da taglio e bilancino di precisione.