Coronavirus, donati 2mln di kg di alimenti per gli animali dei circhi

In tutta Italia Coldiretti ha lanciato un’operazione di solidarietà, raccogliendo carne, frutta e fieno per l’assistenza agli animali

 

Due milioni di chili di prodotti tra carne, frutta e fieno per i circa 2000 animali dei circhi bloccati in tutta Italia dall’emergenza Coronavirus. Questo un primo bilancio dell’operazione di solidarietà messa in campo da nord a sud dagli agricoltori della Coldiretti che hanno donato 200mila chili di frutta e verdura, 10mila chili di carne, quasi 2mila di pesce e 1,7 milioni di chili di fieno e mangime per l’assistenza agli animali. E poi latte, succhi di frutta, dolci, conserve, formaggi, passate di pomodoro, uova e olio extravergine d’oliva per le famiglie dei circensi. E così dal Veneto al Friuli Venezia Giulia, dal Piemonte alla Toscana, dalla Campania fino alla Sicilia, dove molti circhi sono stati costretti allo stop forzato a causa del blocco degli spostamenti e all’annullamento degli spettacoli. “Un problema – spiega Coldiretti – che ha fatto scattare l’allarme fame per centinaia di tigri, leoni, giraffe, zebre, ippopotami, elefanti, cavalli e cammelli rimasti di fatto senza sostentamento”. In tutta Italia, ricorda Coldiretti, “sono almeno 70 le realtà attive che portano avanti una tradizione antica di secoli con la gestione di quasi duemila animali che vanno accuditi tutti i giorni”. In Friuli Venezia Giulia ha risposto all’appello del Circo Armando Orfei a Latisana (Udine), assicurando forniture di foraggio, oltre che di carne per leonesse e tigri. In Veneto gli agricoltori della Coldiretti sono andati in soccorso degli animali del circo BusnelliNiuman a Rovigo con consegne di paglia e mele per cavalli, cammelli, pony, dromedari, lama e tigri, ma anche di biete e coste per gli elefanti del circo ElvioTogni a Sommacampagna. Un sostegno concreto è venuto anche per i cavalli e pony dei maneggi Fise, oggetto di un’operazione di solidarietà scattata anche nel Lazio. In Sicilia gli agricoltori della Coldiretti stanno sostenendo dall’inizio dell’ emergenza ben sei circhi bloccati nell’isola.