Coronavirus, 6 nuovi ingressi nella task force della Regione Calabria

Altri sei professionisti entrano nella task force sanitaria della Regione Calabria per fronteggiare l’emergenza coronavirus

 

CATANZARO – E’ quanto prevede una nuova ordinanza del presidente, Jole Santelli, che ha integrato la composizione dell’organismo già istituito lo scorso 16 marzo: i nuovi ingressi sono Gabriella Amalia De Luca, Martino Rizzo, Gianfranco Filippelli, Amedeo De Marco, Gianluigi Scaffidi, Michele Puntoriere.

Della task force sanitaria fanno già parte la stessa Santelli, il commissario ad acta della sanità calabrese, Saverio Cotticelli, il direttore generale del Dipartimento Tutela della Salute, Antonio Belcastro, i direttori di Malattie infettive e di Anestesia e Rianimazione delle aziende ospedaliere della regione e del Policlinico universitario Mater Domini; i direttori dei Dipartimenti di prevenzione delle Asp, i commissari straordinari delle Asp e delle aziende ospedaliere; i commissari straordinari prefettizi delle Asp di Catanzaro e Reggio Calabria.

Inoltre, la task force si avvale della collaborazione tecnico-scientifica di tre professionisti, come l’infettivologo Benedetto Caroleo, e i docenti dei Sistemi di elaborazione delle informazioni all’Università di Catanzaro Piero Iram Guzzi e Pierangelo Veltri. E ancora, l’organismo si avvale della collaborazione scientifica di tre esperti noti a livello nazionale, come il cosentino Raffaele Bruno, direttore di Malattie infettive del Policlinico San Matteo di Pavia (il medico che ha curato il famoso “paziente 1”), Paolo Navalesi, direttore dell’Istituto di Anestesia e Rianimazione dell’azienda ospedaliera Università di Padova, e il reggino Franco Romeo, direttore di Cardiologia del Policlinico universitario Tor Vergata di Roma. La task force sanitaria opera a supporto dell’Unità di crisi regionale contro l’emergenza coronavirus.