Aggredito domenica nella baraccopoli, il giovane maliano è morto in ospedale

È deceduto nel Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria il giovane maliano che domenica scorsa era stato colpito a bastonate al culmine di una lite

 

REGGIO CALABRIA – Si è spento nell’ospedale metropolitano di Reggio Calabria il giovane del Mali aggredito da un connazionale al culmine di una lite nella baraccopoli di contrada Russo a Taurianova. Il giovane era stato violentemente colpito con un bastone in testa e in altre parti del corpo. L’aggressore, Daouda Sylla, 31 anni, regolare sul territorio nazionale, già noto agli inquirenti per piccoli precedenti e da poco domiciliato nella baraccopoli di Taurianova dopo aver lasciato quella di San Ferdinando, era stato bloccato da altri extracomunitari che avevano assistito alla scena. Il giovane avrebbe anche tentato di colpire la vittima mentre era a terra sanguinante, con una bombola di gas.

Nonostante il trasporto, prima all’ospedale di Polistena dove gli era stato riscontrato un trauma cranico, commozione cerebrale e lesioni multiple, e poi il trasferimento d’urgenza nel reparto di rianimazione del nosocomio di Reggio Calabria, il giovane è spirato. Per Sylla, arrestato in flagranza di reato per tentato omicidio aggravato, l’accusa è ora di omicidio