Sanità, sit in di protesta degli idonei ai concorsi in attesa di assunzione

La vertenza riguarda in Calabria oltre 500 persone tra medici, infermieri, operatori socio-sanitari e biologi, che hanno superato le selezioni concorsuali ma aspettano ancora lo scorrimento delle graduatorie

 

CATANZARO – Un gruppo di circa 70 idonei ai concorsi nella sanità calabrese in attesa di assunzione sta tenendo un sit-in di protesta in Piazza Prefettura a Catanzaro. La vertenza riguarda in Calabria complessivamente oltre 500 persone tra medici, infermieri, operatori socio-sanitari e biologi, che negli anni scorsi hanno superato le selezioni concorsuali ma aspettano ancora lo scorrimento delle graduatorie per essere inquadrati nelle aziende sanitarie e ospedaliere, scorrimento al momento bloccato per effetto dei vincoli dettati dal piano di rientro del settore calabrese. Gli idonei, inoltre, lamentano una disparità di trattamento rispetto a un’altra vertenza che caratterizza la sanità calabrese, quella dei precari. 

“Vogliamo risposte concrete – affermano gli idonei ai concorsi – perché la sanità è al collasso e qui si pensa solo a tagliare e a chiudere reparti e andare di mezzo a questa situazione è la salute del paziente, siamo oltre 500 idonei tra infermieri, oss, biologi e autisti, chiediamo a gran voce lo scorrimento delle graduatorie. Abbiamo superato 4 prove concorsuali (l’ultima delle quali, la prova orale, effettuata di fronte a una commissione esaminatrice costituita da medici e primari) e meritiamo rispetto.” Non è escluso che nelle prossime ore una delegazione di idonei possa essere ricevuta dal commissario ad acta della sanità calabrese, Saverio Cotticelli.