Virus cinese, buone le condizioni della 36enne ricoverata a Reggio Calabria

Con un comunicato è stato lo stesso ospedale di Reggio Calabria a rassicurare sulle condizioni della donna ricoverata ieri dopo il sospetto caso di Coronavirus. Domani arriveranno i risultati degli esami inviati all’ospedale Spallanzani di Roma

 

REGGIO CALABRIA, 31 GEN – “Sono buone” le condizioni cliniche della donna di 36 anni ricoverata nel Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria per sospetto coronavirus. Lo rende noto lo stesso ospedale in un comunicato. La paziente, prosegue la nota, “non è febbrile, non necessita di alcun supporto respiratorio e gli esami diagnostici finora eseguiti in ospedale non destano preoccupazione. In via prudenziale la paziente rimane ricoverata presso la sezione di isolamento respiratorio del reparto di Malattie infettive”. “Si attendono – conclude la nota – i risultati degli esami che saranno effettuati sui campioni biologici che sono stati inviati al laboratorio di virologia dell’Ircss specializzato in malattie infettive Spallanzani di Roma e che saranno disponibili non prima di domani”.

La donna, che vie a Roma con i fratelli, era tornata mercoledì dalla Cina facendo tappa a Vienna e rientrando poi in aereo nella Capitale prima del trasferimento successivo a Lamezia. Si è sentita male mentre era a casa insieme ai familiari a Taurianova, nel reggino, manifestando il sospetto dei sintomi del virus con febbre e tosse. Da lì, il ricovero nel nosocomio reggino.

Le farmacie informeranno i cittadini sul virus

Una corretta informazione sul coronavirus isolato in Cina. È quella che le farmacie sono impegnate a diffondere in tutta Italia. Federfarma – si legge in una nota – sta inviando alle 18mila farmacie associate una locandina da esporre, recante indicazioni utili per conoscere la nuova malattia provocata dal Coronavirus isolato in Cina e adottare i più adeguati comportamenti igienico-sanitari volti a prevenire e contrastare la diffusione del virus. I cittadini che entreranno nelle farmacie troveranno inoltre, grazie all’impegno delle Organizzazioni territoriali di Federfarma, materiale informativo di approfondimento sulla malattia, le modalità di trasmissione e le precauzioni da adottare nella vita quotidiana, basato sulle indicazioni fornite dal Ministero della Salute. “In questo modo – spiega Federfarma – la farmacia conferma il proprio ruolo di presidio del Servizio Sanitario Nazionale, pronto ad attivarsi tempestivamente in seguito allo ‘Stato di emergenza sanitaria’ dichiarato oggi dal Consiglio dei Ministri. Anche in questa occasione – conclude il presidente Marco Cossolo – le farmacie sono in prima linea per la tutela della salute pubblica, mettendo a disposizione delle Istituzioni la propria rete capillarmente diffusa su tutto il territorio nazionale e la professionalità dei farmacisti che vi operano”.