VIDEO – Coltivazioni di marijuana a livello industriale, 13 milioni di dosi sequestrate

Un’operazione contro il commercio della droga. I carabinieri hanno sequestrato bel 13 milioni di dosi nel reggino. Lo stupefacente commercializzato anche nelle piazze di spaccio a Cortina D’Ampezzo

 

REGGIO CALABRIA – Dalle prime ore di questa mattina carabinieri in azione in provincia di Reggio Calabria ed in altre zone del territorio nazionale per l’esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare a carico di numerose persone accusate, a vario titolo, di coltivazione, detenzione, acquisto e cessione di sostanza stupefacente, detenzione illegale e porto in luogo pubblico di armi da guerra e comuni da sparo e ricettazione.

L’organizzazione, con base nella piana di Gioia Tauro, aveva strutturato in maniera intensiva e industriale la produzione di marijuana. Sono state sequestrate quasi 13 milioni di dosi coltivate nei campi di Gioia Tauro e Taurianova, trasferite e commercializzate in alcune selezionate piazze di spaccio come Cortina d’Ampezzo. É di oltre 100 milioni di euro il valore stimato dei profitti che i carabinieri di Reggio Calabria, in nove mesi di indagini, hanno sottratto alla criminalità reggina.

Le misure sono state emesse nei confronti di 16 persone (di cui 15 in carcere ed 1 all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria). I destinatari della misura cautelare in carcere sono:

1. ASCONE Domenico, taurianovese di anni 40;
2. CIMATO Francesco, rosarnese di anni 36;
3. FRUNZA Adam, rumeno di anni 47;
4. GERMANÒ Giuseppe, taurianovese di anni 38;
5. GIARDINO Gabriele, rizziconese di anni 24;
6. GIOVINAZZO Diego, rizziconese di anni 45;
7. GIOVINAZZO Rocco, rizziconese di anni 37;
8. GRAZIANO Francesco, taurianovese di anni 41;
9. GRAZIANO Giuseppe, taurianovese di anni 35;
10. NAVA Domenico, taurianovese di anni 45;
11. ROMEO Antonino, taurianovese di anni 46;
12. SECOLO Francesco, rizziconese di anni 34;
13. SECOLO Giuseppe, rizziconese di anni 64;
14. TROPEANO Pasquale, rizziconese di anni 53;
15. TUDOR Mihai, rumeno di anni 36;
16. A.M., rosarnese di anni 38 (obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria)