Il cardiologo del Gemelli “terminale economico” della cosca Grande Aracri. Sospeso dalla fondazione

Per la DDA il medico cardiologo del Gemelli Alfonso Sestito era considerato il “terminale economico” della cosca di ‘ndrangheta Grande Aracri. Sospeso immediatamente dal grande ospedale romano

.

CROTONE –  Per la Dda di Catanzaro in relazione all’operazione “Thomas” che ha portato all’arresto di tre persone tra cui lo stesso Sestito ed il presidente del Cda della Banca di credito cooperativo del crotonese, Ottavio Rizzuto, il medico cardiologo del Gemelli era il “terminale economico” della cosca di ‘ndrangheta dei Grande Aracri di Crotone. Sempre secondo la Dda, “Sestito ha effettuato investimenti di natura imprenditoriale in esecuzione di un programma associativo deliberato dal boss Nicolino Grande Aracri volto ad assicurare il controllo sui villaggi turistici ricadenti nell’area geografica di influenza criminale della locale attraverso la diretta gestione di servizi condominiali essenziali per le stesse strutture turistiche ovvero assumendone la formale titolarità. Per raggiungere tali scopi sono state costituite ad hoc e utilizzate dall’associazione criminale le società ‘Camelia’ ‘Domus Re Consulting’, entrambe rappresentate da Giancarla Sestito, moglie del cardiologo. Le stesse attività economiche sono state sequestrate insieme alla società ‘Idro Impianti Lerose’, quali aziende mafiose, strumentali alle attività delittuose dell’associazione mafiosa di matrice ‘ndranghetista indagata”.

Parallelamente alle indagini di polizia giudiziaria che hanno portato all’arresto di tre persone nell’ambito dell’operazione “Thomas”, la Guardia di finanza di Crotone “ha svolto accertamenti patrimoniali ed indagini finanziarie che hanno permesso di certificare le sperequazioni tra i redditi dichiarati ed i patrimoni effettivamente posseduti dagli indagati. In relazione a tali sperequazioni – scrive la DDA  – le Fiamme gialle hanno sequestrato, in un’ottica di successiva confisca per sproporzione, quattro attività economiche, con i relativi compendi aziendali, 83 beni immobili, 16 autovetture, depositi bancari e polizze assicurative, per un valore di oltre 15 milioni di euro“.

 

La Fondazione Gemelli sospende il dott. Alfonso Sestito

E’ stato sospeso immediatamente dal grande ospedale romano Alfonso Sestito, il medico arrestato insieme a Ottavio Rizzuto, Presidente del Consiglio di Amministrazione della Banca Credito Cooperativo del Crotonese, e all’imprenditore. Già gravato in passato da un provvedimento di sospensione dal quale era poi stato prosciolto, venne reintegrato dallo stesso ospedale.