Maresciallo muore durante la battuta di caccia, indagato l’amico

Per la morte di Luca Pulsoni, il giovane sottufficiale della Guardia di finanza è indagato un 23enne casertano per omicidio colposo

 

VIBO VALENTIA – Si attende l’esito dell’esame autoptico sul corpo del marescialle Pulsoni, in forza alla Guardia di Finanza di Vibo Valentia e originario della provincia de L’Aquila, rimasto ucciso domenica nel corso di una battuta di caccia nel territorio comunale di Maierato. L’autopsia sul cadavere del sottufficiale verrà eseguita dal medico legale Katiuscia Bisogni.

Intanto è stato iscritto nel registro degli indagati F.N., 23 anni casertano, compagno di caccia della vittima che aveva il fucile con il quale sarebbe partito accidentalmente il colpo che ha attinto Pulsoni. L’ipotesi di reato avanzata dalla Procura di Vibo Valentia nei suoi confronti è di omicidio colposo.