Gratteri: “Giornata storica, dovevamo agire domani ma alcuni boss lo sapevano”

“Una giornata storica, importante per la Calabria e non solo”. “Alcuni indagati, in particolare alcuni boss – ha detto Gratteri – sapevano che l’operazione sarebbe scattata domani e noi l’abbiamo anticipata di 24 ore”.

 

CATANZARO – E’ il giorno del procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, e di tutto l’apparato investigativo e giudiziario che ha consentito oggi, di sferrare un colpo durissimo ai clan del Vibonese e a tutti quei personaggi finiti in qualche modo, per il ruolo imprenditoriale, politico o criminale, in rapporti con le potenti cosche facenti riferimento ai Mancuso di Limbadi. “Oggi è una giornata storica – dice Gratteri – e non è una frase fatta; è il modesto pensiero di un uomo di 61 anni che ha dedicato 30 anni del suo lavoro a questa terra”.

L’indagine è nata il 16 maggio 2016 quando mi sono insediato. Per me era importante avere unità, strategia, un progetto, un sogno, una rivoluzione ed è quello che ho pensato il primo giorno dal mio insediamento ovvero ‘smontare la Calabria come un Lego e poi rimontarla piano piano’, partendo dall’ufficio, dagli uomini, dai mezzi, cambiando persino le posizioni delle stanze”. “Quando il pomeriggio del 16 maggio ho detto a tutti di voler fare questo e di dare questa impronta alla Procura distrettuale di Catanaro mi hano guardato come un marziano, ma io li ho contagiati, li ho infettati. E il giorno dopo, il 17 maggio eravamo con il collega Falvo a Rebibbia per interrogare Mantella: siamo partiti da quella traccia. Il coordinatore dell’indagine è stato Giovanni Bombardieri, magistrato di grande livello, poi il lavoro è montato e lievitato come un panettone. Tutti i colleghi che si sono occupati dell’inchiesta hanno partecipato con grande entusiasmo e grande serietà”

 

“Numericamente è la seconda dopo il primo maxiprocesso di Palermo di Falcone e Borsellino. L’epicentro è a Vibo, la famiglia dei Limbadi ma ci sono stati arresti in tutta Italia. Politici coinvolti, avvocati, commercialisti, funzionari pubblici, cancellieri del Tribunale, è tutta gente che aveva un lavoro non aveva bisogno di mettersi al servizio dell’ndrangheta. Le cosche non sono in grado di fare riciclaggio sofisticato – ha concluso Gratteri – per farlo ha bisogno di professionisti i quali si sono messi a disposizione”.

L’operazione? “Doveva scattare domani, i boss già sapevano tutto”

“Alcune delle persone coinvolte nell’operazione sapevano del blitz e siamo stati costretti ad anticiparlo di 24 ore: doveva scattare domani”. Ed è un altro dettaglio svelato da Nicola Gratteri: “Alcuni indagati, in particolare alcuni boss – ha detto Gratteri – sapevano che l’operazione sarebbe scattata domani, quindi abbiamo dovuto anticipare di 24 ore il blitz e questo ha comportato un serio problema, perché non è facile spostare 3.000 carabinieri”. “Fare questo miracolo è stato possibile solo grazie a tremila uomini che si sono mossi in tutta Italia, non solo in Calabria, contemporaneamente allo stesso minuto ma 24 ore prima”.

Indagini durate anni: “non è stata una passeggiata – dice Gratteri – ma è stato ancora più difficile da subito contenere la fuga di notizie. Per questo, quando la richiesta di misura catulare è arrivata al Gip abbiamo ‘ballato’ per un anno”. Poi un affondo: “Questo vale anche per chi ama denigrare il mio ufficio e l’Arma dei carabinieri e le forze dell’ordine: questo siamo stati capaci di fare”. 

LEGGI ANCHE

– VIDEO – Blitz “Rinascita – Scott”: 334 arresti. In manette anche Callipo e Pittelli

– Politici, boss e massoni. C’è di tutto nel blitz di Gratteri: anche Adamo e Incarnato

- Pubblicità sky-

Ultimi Articoli

Silvio Baldini é il nuovo allenatore del Crotone: il tecnico ha firmato fino a...

CROTONE - Silvio Baldini è il nuovo allenatore del Crotone, che milita nel campionato di serie C. Baldini, che domani alle 10 incontrerà i...

I 110 anni del Cosenza Calcio, il Castello Svevo si illumina di rossoblu: “identità,...

COSENZA - "Venerdì celebriamo i 110 anni del Cosenza calcio, la squadra che ha scritto la storia dello sport e della città". A scriverlo...
Birreria Indipendente San Fili

“Accademia della Birra” premia la Birreria Indipendente di San Fili e le sue birre...

RIMINI - Vi avevamo parlato di Birreria Indipendente in un nostro articolo di questa estate. Il Pub dal cuore british ma dall'animo tutto calabrese...

Un anno dalla tragedia di Cutro, i superstiti tornano in Calabria

CROTONE - Circa cinquanta tra familiari delle vittime e superstiti del naufragio di Steccato di Cutro torneranno a Crotone per ricordare la tragedia del...

Ubriaco alla guida di un mezzo pesante sull’A2, denunciato

VIBO VALENTIA - La polizia stradale, nel corso dei servizi di vigilanza sull’autostrada A2 del Mediterraneo, hanno controllato nei pressi dell’area di servizio Pizzo...

Social

80,052FansMi piace
3,585FollowerSegui
2,768FollowerSegui
2,040IscrittiIscriviti

Correlati

Categorie

Leggi ancora

Doganieri arrestati: davano istruzioni ai trafficanti di droga. Il Gip «spavalderia...

REGGIO CALABRIA - I due funzionari dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli di Gioia Tauro arrestati stamattina sono accusati di traffico internazionale di cocaina....

Cosenza: all’Annunziata ‘maratona per la vita’, eseguiti due espianti multiorgano

COSENZA - Nell’ultimo weekend sono stati eseguiti due espianti multiorgano da pazienti ricoverati in Terapia Intensiva e sono stati effettuati due trapianti di rene....

Quartiere popolare nel degrado, rimpalli tra Comune e Aterp «la competenza...

REGGIO CALABRIA - "Sappiamo bene che addentrarsi nei meandri della burocrazia, soprattutto della Pubblica Amministrazione non è facile e né, tantomeno barcamenarsi tra marche...

Ubriaco alla guida di un mezzo pesante in autostrada, denunciato

PIZZO (VV) - La Polizia stradale, nel corso dei servizi di vigilanza sull’autostrada A2 del Mediterraneo, hanno controllato nei pressi dell’area di servizio Pizzo...

Mezzo pesante colpisce un carrello elevatore, grave un operaio finito a...

TORRE MELISSA (KR) - L'incidente è accaduto pochi giorni fa sulla statale 106 jonica, nel territorio di Torre Melissa. Un operaio è ricoverato in...

Nasce il primo corso universitario sulle ‘parolacce’, 6 lezioni sul turpiloquio

MILANO - Lo studio delle parolacce e del turpiloquio all'università. Alla Iulm di Milano si terrà infatti, il primo corso d'Italia incentrato sulle parolacce...