Maturità, le novità per l’ammissione agli esami

 Diffusa oggi la circolare del Miur alle scuole che contiene le novità per la maturità di giugno 2020

 

ROMA – Aver sostenuto le prove Invalsi durante l’ultimo anno scolastico – oltre all’alternanza e al requisito della frequenza scolastica e del profitto – è un elemento necessario per l’ammissione all’esame di Stato 2019/2020. E’ la novità per la maturità di giugno 2020 contenuta nella circolare diffusa oggi dal Miur.

Si parla anche della reintroduzione della traccia di storia e dell’avvio del colloquio orale mediante l’analisi, da parte dello studente, dei materiali preparati dalla commissione, eliminando il sorteggio delle tre buste.