ASCOLTA RLB LIVE
Search

Natale (forse) al sicuro sia per i precari che gli idonei della sanità calabrese

Oggi alla Cittadella regionale l’incontro tra il commissario Saverio Cotticelli, il dirigente generale del dipartimento Tutela della Salute, Antonio Belcastro, i sindacati Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Fials

 

CATANZARO – Siglato l’accordo che salva i precari della sanità calabrese e gli idonei. Oggi alla Cittadella regionale l’incontro tra il commissario Saverio Cotticelli, il dirigente generale del dipartimento Tutela della Salute, Antonio Belcastro, i sindacati Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Fials. Secondo quanto stipulato nell’atto, i precari del Pugliese-Ciaccio saranno trasferiti al policlinico Materdomini fino al 31 dicembre 2019, mentre all’ospedale andranno circa sessanta unità di idonei selezionati dalle graduatorie. Inoltre, rimangono in essere le procedure concorsuali già bandite e non ancora definite ed espletate, che dovranno essere concluse entro giugno 2020, tra queste anche l’Azienda ospedaliera di Cosenza.

L’accordo prevede, anche, che in tutte le aziende sanitarie e ospedali regionali siano completati i procedimenti di stabilizzazione del personale precario e sanate le criticità presenti nella legge Madia. Nella restante parte del documento si fa riferimento alla necessità che tutte le Asp e aziende ospedaliere provvedano a definire il proprio fabbisogno entro la fine dell’anno. Intanto, gli idonei aspettano l’esito dell’Avvocatura dello stato per poter bloccare i concorsi e far in modo che le aziende sanitarie e ospedaliere possano attingere, qualora servisse personale, dalle graduatorie regionali esistenti e valide.

Le parti, secondo quanto riferito dai rappresentanti sindacali, “si riservano di definire eventuali ulteriori situazioni non contemplate nell’accordo, in un successivo incontro da tenersi entro la prossima settimana”.