Picchia la moglie e tenta di violentarla, 32enne in manette

Il marito era riuscito persino ad irrompere in commissariato, nel tentativo di convincere la donna a desistere dalla denuncia. Le accuse contestate sono maltrattamenti in famiglia e tentata violenza sessuale ai danni della moglie.

 

REGGIO CALABRIA – Gli uomini del commissariato di Polizia di Polistena hanno arrestato un uomo di 32 anni, marito aggressivo e violento da diverso tempo nei confronti della moglie. La donna, in occasione dell’ultima lite, si è rivolta alla Polizia ed ha raccontato di essere stata aggredita. Poi non appena il marito si è allontanato da casa, si è recata in commissariato per ricevere assistenza e protezione, e per denunciare le violenze subite.

La circostanza che ha motivato la donna a reagire è stata la particolare violenza dell’ultima aggressione, durante la quale l’uomo ha anche tentato un approccio sessuale impedito dalla decisa difesa della donna. Scattate le procedure per il contrasto alla violenza di genere, i poliziotti hanno preso conoscenza di una realtà domestica intrisa di violenza, sia verbale che fisica, radicata negli anni, che la donna non aveva mai avuto il coraggio di denunciare.

Il coraggio della vittima ha così consentito ai poliziotti di porre fine al vortice di violenza cui era sottoposta, traendo in arresto il marito che peraltro aveva fatto irruzione nel commissariato, nel tentativo di convincere la donna a desistere dalla denuncia e manifestando la volontà di ricondurla immediatamente nella casa coniugale. Il provvedimento provvisorio di polizia è stato poi convalidato dalla magistratura che ha imposto al 32enne la misura cautelare del divieto di avvicinamento.