Pedinano un uomo per pestarlo e derubarlo, arrestati

Identificati a distanza di sei mesi

 

REGGIO CALABRIA – I Carabinieri del Comando Stazione di Reggio Calabria Principale ieri hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere nei confronti di: Bangali Sangare, 28enne ivoriano pluripregiudicato senza fissa dimora, attualmente detenuto in carcere per altra causa e Diallo Mohamed Bashir 22enne originario della Guinea incensurato senza fissa dimora. I due sono stati identificati a seguito della denuncia presentata da un 48enne reggino rapinato nella notte del 20 marzo 2019 mentre si trovava nei pressi di un esercizio commerciale di distributori automatici del centro storico. L’uomo ha raccontato di essere stato pedinato da due persone di colore per un breve tratto, per poi essere aggredito alle spalle malmenato e derubato del telefono cellulare e di alcune banconote.

 

 

Aggressione che gli ha procurato fratture ossee e lesioni lacero-contusive ritenute guaribili in 25 giorni. Fondamentali per gli esiti investigativi, sono risultati i filmati acquisiti dal sistema di videosorveglianza posto nelle vicinanze ove si sono consumati i fatti oltre alla conoscenza diretta da parte dei militari dei soggetti tratti in arresto, in particolare di Bangali, già noto alle forze dell’ordine. Tale evento ha dato impulso ad un’intensificazione dei servizi di prevenzione e controllo del territorio con particolare attenzione alla zona del centro storico, più segnatamente durante le fasce orarie serali-notturne, maggiormente esposte a possibili eventi di tale specie. E’ utile evidenziare la fiducia riposta dal cittadino denunciante e la collaborazione fattiva nella completa individuazione dei soggetti arrestati utile ad attagliare una risposta aderente al territorio e fattiva per l’intera comunità cittadina.