ASCOLTA RLB LIVE
Search

Regionali, anche Morra chiude la porta al PD calabrese “con loro? Mi si drizzano le carni”

Intervistato da Agorà su Rai 3, il senatore del Movimento 5 Stelle e Presidente della commissione antimafia chiude la porta a qualsiasi tipo di accordo in Calabria con il PD “se lei avesse a che fare con alcuni pariti democratici o con altri come Forza Italia avrebbe un moto di sdegno e di ribrezzo. Preferisco star lontano e andare da soli”

.

Ciò che è accaduto a livello nazionale, anche per il tipo di legge elettorale presente, non può essere proposto in alcune realtà locali. Dopo le dichiarazioni dell’europarlamentare Laura Ferrara, che a più riprese ha bocciato qualsiasi ipotesi di alleanza in Calabria tra il Movimento 5 Stellle e il Partito Democratico, arriva anche la chiusura totale del Senatore Nicola Morra.

Intervistato su Rai Tre da Serena Bortone nel programma Agorà, il Presidente della commissione parlamentare antimafia dice no a qualsiasi ipotesi di accordo in Calabria. Dopo ciò che è stato fatto a livello nazionale è possibile un accordo anche sui territori chiede la Bortone? “Dal mio punto di vista assolutamente no. Se lo escludo a priori? Devo far riferimento alle singole realtà concrete. Se lei avesse a che fare con alcuni pariti democratici o con altri come Forza Italia e via dicendo, in Calabria diremmo che “si aggrizzano le carni”, ovvero avrebbe un moto di sdegno e di ribrezzo. Per cui, a fronte ci certe situazioni, preferisco star lontano. E faccio anche un esempio su tutti: il Partito Democratico in Calabria aveva puntato su Callipo, giovane sindaco esponente del renzismo democratico. E’ successo che poi proprio questo sindaco di Pizzo Calabro ha dato il suo sostengo al possibile candidato del centro destra. Io queste transumane non le accetto. In Calabria, e in tante altre parti d’Italia si può andare da soli“.