ASCOLTA RLB LIVE
Search

Arrestati dopo aver rubato la barca a vela usata dai migranti sbarcati a Le Castella

Avevano messo le mani sulla barca a vela dalla quale poche ore prima erano sbarcati 53 migranti e rimasta incagliata, prendendo il largo. Arrestati dai carabinieri due uomini 

.

ISOLA CAPO RIZZUTO (KR) – I carabinieri di Isola Capo Rizzuto hanno arrestato due uomini, accusati entrambi di furto aggravato in concorso: si tratta di un 39enne disoccupato e pregiudicato, attualmente affidato in prova al servizio sociale, e di un 37enne agricoltore, con precedenti penali, entrambi residenti nel comune del crotonese. Poco prima i due avevano sottratto la barca a vela, risultata di proprietà di una ditta di noleggio con sede a Malta, dalla quale erano sbarcati ieri 53 migranti clandestini. La barca era rimasta incagliata tra gli scogli nella nota località turistica di Le Castella, e i due hanno tentato il furto approfittando del fatto che fosse rimasta temporaneamente incustodita per le operazioni di soccorso.

Saliti a bordo i due hanno preso il largo nelle acque antistanti il Castello Aragonese, ma sono stati in breve raggiunti da personale della Guardia Costiera, che li ha fermati ed accompagnati presso il porto commerciale. Qui sono stati tratti in arresto.  Il natante, posto sotto sequestro, sarà restituito al proprietario. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.