Scoperto meccanico abusivo, sequestrata un’officina

L’autofficina era completamente abusiva, e il titolare svolgeva l’attività di meccanico ma non era iscritto alla Camera di Commercio ed era privo di qualsiasi autorizzazione

 

REGGIO CALABRIA – Sono stati i militari della Guardia di Finanza di Reggio Calabria ad individuare un’autofficina completamente abusiva in cui veniva illecitamente svolta l’attività di “meccanico” da parte del titolare. I finanzieri hanno sottoposto a sequestro amministrativo le attrezzature e delle strumentazioni rinvenute al suo interno.

In particolare, nell’autofficina, sita in zona Gebbione del capoluogo reggino, i finanzieri hanno constatato la completa assenza degli atti autorizzativi necessari per l’avvio e l’esercizio dell’attività, in violazione delle norme sulla disciplina dell’attività di autoriparazione. Tra il materiale sequestrato figurano oltre 50 beni, tra cui stazioni di saldatura, pistole di silicone, tester, taglierini, smerigliatrici, autoradio, cavalletti, batterie, cric idraulici, banchi da lavoro, cavi per batterie e svariati altri oggetti, ricambi, utensili e beni di consumo.