Calci e pugni alla compagna. Si salva fuggendo in auto con la figlia neonata e la madre

In manette è finito un 24enne posto ai domiciliari dai carabinieri con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. In un’altra attività i militari hanno arrestato un 45enne responsabile di atti persecutori nei confronti dell’ex moglie

.
SOVERATO (CZ) –  Ha colpito con calci e pugni la giovane compagna costringendola a scappare in auto per sfuggire alla sua furia dell’uomo. Un ventiquattrenne è stato arrestato e posto ai domiciliari dai carabinieri, a Soverato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. I militari, intervenuti dopo una segnalazione al 112, hanno trovato la ragazza riuscita a scappare dalla casa che la coppia condivideva insieme alla propria madre e alla figlia neonata. In precedenza, il compagno le aveva raggiunte e aveva sferrato un pugno contro il parabrezza frantumandolo e ferendo lievemente le tre occupanti. L’uomo è stato trovato in ospedale.

I carabinieri di Soverato, in un’altra attività, hanno arrestato e posto ai domiciliari anche un 45enne resosi responsabile di atti persecutori nei confronti dell’ex moglie. L’uomo avrebbe minacciato di morte l’ex compagna perseguitandola con pedinamenti e molestie telefoniche spesso attuati anche coinvolgendo la loro figlia minore.