carabinieri

Aggredisce l’ex con calci e pugni e tenta di violentarla e strangolarla: arrestato

La vittima è riuscita a chiamare i carabinieri che hanno sorpreso l’uomo in casa mentre tentava di sfasciare la pota che lo divideva dall’ex compagna

 

LAMEZIA TERME (CZ) –  Trauma cranico facciale e trauma regione cervicale. Sono queste le lesioni con le quali “se l’è cavata” questa volta una giovane donna dopo l’ennesima aggressione del suo ex compagno. La vittima ha raccontato di essere stata picchiata anche durante la relazione con l’uomo. Relazione che, esasperata, aveva deciso di interrompere proprio per questo. L’uomo si è presentato a casa sua per un ‘chiarimento’ ma, di fronte al rifiuto della giovane, è andato nuovamente su tutte le furie. Gli insulti si sono trasformati in schiaffi e calci e in un tentativo di un rapporto sessuale, arrivando persino a cercare di strangolare la malcapitata. La donna è riuscita a svincolarsi e a barricarsi in bagno da dove,  ha chiamato il numero d’emergenza 112. I carabinieri sono arrivati immediatamente sul posto ed hanno sorpreso l’uomo ancora nell’appartamento mentre stava danneggiando, nel tentativo di aprirla, la porta del bagno che lo divideva dalla ex compagna. Il malfattore è stato bloccato e tratto in arresto per violenza sessuale, atti persecutori e lesioni personali e rinchiuso nel carcere di Catanzaro.