Mario Oliverio

Calabria, caso Spoleto: 22 mila euro per ospitare i vip

Tra i costi anche 12 mila euro spesi per pagare il servizio fotografico e 7500 euro per la cena di gala a cui erano invitati anche i personaggi dello spettacolo

 

 

CATANZARO – Caso Spoleto, i soldi pubblici destinati alla promozione turistica della Calabria, sarebbero stati utilizzati, per la promozione del personaggio politico Mario Oliverio. Questa l’accusa mossa dalla magistratura. Tra le voci contestate perché considerate lontane dalle finalità di promozione turistica della Calabria, l’acquisto di 500 copie del volume “Caos italiano – Alle origini del dissesto” per un prezzo complessivo di 7 mila euro, una cena di gala con invitati vip 7.500 euro, tenuta l’antico palazzo nobiliare Vincenti Mareri il cui affitto della sala è costato 3 mila euro. Tra le spese sostenute ancora 21.500 euro di fondi regionali per ospitare Raffaella Carrà, Gabriele Muccino, Marco Travaglio, Carlo Freccero, Franca Leosini, Paola Cortellesi e staff dei vip, di cui 2.200 per il noleggio di auto con conducente. Servizio di ufficio stampa 12mila euro; 10.500 euro materiale informativo, 5500 desk informativo.

Indagati con l’accusa di peculato il governatore della Calabria Mario Oliverio, raggiunto dall’ordinanza di sequestro preventivo di beni ai fini della confisca per 95.475 mila euro; L’ex deputato Ferdinando Aiello secondo gli inquirenti avrebbe messo in contatto Oliverio con la società “istigandone la partecipazione e partecipando lui stesso, sebbene privo di titolo, a spese regionali”, Mauro Luchetti, legale rappresentante della società romana, che si occupa di comunicazione e organizzazione di eventi. la vicenda tratta dei presunti fondi destinati alla promozione turistica della Regione Calabria, impiegati per finanziare un evento giornalistico, svoltosi nel luglio 2018 a Spoleto a margine del Festival dei Due Mondi, “I dialoghi di Paolo Mieli” che, secondo gli inquirenti, avrebbe perseguito finalità privatistiche di promozione politica realizzado interviste tipiche di un talk show”.

 

LEGGI ANCHE

 

 

Calabria, caso Spoleto: indagato anche l’ex parlamentare Ferdinando Aiello

 

Mario Oliverio accusato di peculato, Belvedere: «Procedimenti fumus persecutionis»