ASCOLTA RLB LIVE
Search

Salvini a Limbadi: “giornata di sole, futuro e legalità. La Rackete? Deve restare in carcere”

Il Ministro dell’Interno Matto Salvini a Limbadi per la consegna di un immobile confiscato alla ‘ndrangheta “la lotta alla mafia non si è mai fermata ed è una delle nostre priorità. La capitana della Sea Watch? Deve restare in carcere ma io non faccio il giudice. Se sarà scarcerata sarà rispedita in Germania”

.

LIMBADI (VV) – E’ arrivato attorno alle 11:00 assediato da decine di cronisti e giornalisti. Matteo Salvini è arrivato in calabria per la consegna di una villetta confiscata al clan Mancuso “oggi è una bella giornata di sole, di futuro, di vittoria della legalità  – ha detto – e sono contento che questo diventi uno spazio dove si studia si cresce e si combattono mafia camorra e ‘ndrangheta. Ringrazio i 12.000 uomini delle forze dell’ordine che ogni giorno lottano contro la criminalità Anche le ultime leggi che abbiamo approvato ci danno forza per combattere i troppi Mancuso che ci sono in giro per l’Italia. Sono arrivati 177 nuovi agenti in Calabria e altri 156 arriveranno in Aprile. La lotta alla mafia no si è mai fermata ed è una delle nostre priorità”. Poi l’annuncio “penso che come lo scorso anno anche quest’anno a ferragosto il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica si terrà nuovamente in Calabria. Sono cinquemila i beni confiscati in Calabria. Una battaglia, quella contro la mafia, che si vince casa per casa, bene per bene confiscato. Sono orgoglioso di dedicare questa giornata alla provincia di Vibo Valentia, la più complicata d’Italia dal punto di vista economico e sociale. Il progetto di Limbadi è impegnativo e quindi ci terrò a tornare“.

“Immigrazione di massa porta soldi solo alle mafie”

“Vogliamo un’immigrazione positiva – ha aggiunto Salvini – In Calabria abbiamo bisogno di turisti che pagano non di turisti a pagamento sulle spalle degli italiani. Questa mattina in Lombardia sono stati arrestate 11 persone per il business dell’immigrazione perché lucravano proprio sui migranti. L’accusa è di truffa aggravata, autoriciclaggio e associazione a delinquere. Il business dell’immigrazione fa gola. Meno sbarchi e meno soldi per i professionisti dell’accoglienza: così risparmiamo, difendiamo l’Italia e investiamo per assumere più Forze dell’Ordine. E’ evidente che l’immigrazione di massa porta soldi solo alle mafie e quindi noi vogliamo un’immigrazione controllata, limitata, qualificata e positiva. Una Calabria che ha il 50% della disoccupazione giovanile ha bisogno di lavoro per i giovani calabresi e non di importare nuova manodopera.

Caso Sea Watch “la capitana deve rimanere in carcere”

Inevitabile la domande dei cronisti sul caso Sea Watch e sulla decisione del comandante della nave ONG Carola Rackete “le parole del Procuratore di Agrigento di ieri sono chiarissime – ha detto Salvini – non c’era stato di necessità e c’è stato deliberatamente un attacco a una nave italiana. Se non basta questo per stare in carcere non so cosa bisogna fare. Francesi e tedeschi si occupassero delle loro nazioni. Per me la capitana deve rimanere in carcere ma siccome non faccio il Giudice non deciso io. Con il Ministero dell’Interno siamo già pronti, in caso di scarcerazione, a metterla su un aereo e rimandarla a Berlino. La Open Arms? E’ una nave spagnola e se proverà ad entrare in acque italiane farà la stessa fine della Sea Watch.