ASCOLTA RLB LIVE
Search

Armato di taglierino semina il panico prima su un bus e poi davanti un ufficio postale

Gli agenti della volante di Reggio Calabria hanno arrestato un 38enne davanti l’ufficio postale di Gallico dove lo hanno trovato armato di taglierino. lo stesso che aveva utilizzato minuti prima a bordo di un autobus dove aveva minacciato autista e passeggeri seminando il panico

.
REGGIO CALABRIA – Attimi di terrore questa mattina a Reggio Calabria dove alcune persone sono state minacciate da un uomo armato di taglierino che ha seminato il panico prima a bordo di un bus e poi davanti un ufficio postale di Gallico. Agli agenti della volante è stata segnalata la presenza di un uomo che armato di taglierino, era salito a bordo di un mezzo pubblico dell’Atam dove ha minacciato il conducente ed i passeggeri generando momenti di forte apprensione tra i presenti.

Quando gli agenti della Polizia di Stato sono giunti sul posto, il malvivente era sceso dal veicolo ed è stato intercettato all’ingresso dell’ufficio postale di Gallico, ancora armato di taglierino, che si aggirava tra la folla brandendo la lama. I poliziotti hanno immediatamente circoscritto un’area di sicurezza per salvaguardare l’incolumitĂ  degli utenti dell’ufficio postale e dei passanti ed hanno intimato all’uomo, un 38enne giĂ  noto alle forze dell’ordine, di gettare l’arma tentando di avvicinarlo per bloccarne l’azione. L’uomo, tuttavia, ha serrato l’impugnatura del taglierino ed ha manifestato un chiaro intento offensivo, costringendo gli operatori, adottate le dovute cautele. Hanno quindi estratto le pistole d’ordinanza e dopo avergli ordinato piĂą volte di gettare l’arma a terra, sono riusciti finalmente a dissuaderlo dalla sua azione criminosa. Poi, approfittando di un attimo di esitazione, sono riusciti a disarmarlo.

L’uomo, è stato identificato come A.F., 38enne reggino pregiudicato. Considerata la gravità del fatto, è stato tratto in arresto per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, minaccia aggravata, falsa attestazione o dichiarazione a Pubblico Ufficiale sull’identità personale. Sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, e ieri il Questore di Reggio Calabria, Maurizio Vallone ha emesso nei suoi confronti un provvedimento di avviso orale con prescrizioni.