ASCOLTA RLB LIVE
Search

Figlio malato di tumore, le rubano l’agenda con le cure: l’appello della madre

Madre lancia appello sui social, “#ritroviamolagendinadilorenzo”. L’agenda è stata rubata dalla macchina infrangendo il vetro del finestrino

 

 

PIZZO CALABRO (VV) – Vittima di ladri che le rubano a Roma gli effetti personali, ma soprattutto la documentazione medica del figlio malato di tumore. Protagonista della vicenda é una donna di Pizzo Calabro (Vibo Valentia), Valentina Sarlo, che ha lanciato un appello su Facebook perché le venga restituita un’agenda blu in cui da un anno annota tutte le tappe della lotta del figlio Lorenzo di 7 anni contro un tumore celebrale. La donna, dopo aver caricato l’automobile con tutti i bagagli, era pronta a tornare a casa dopo che il figlio si era sottoposto ad un ciclo di cure nell’ospedale pediatrico “Bambino Gesù”. La donna, prima d’intraprendere il viaggio, ha effettuato una sosta in un supermercato per effettuare alcuni acquisti.

E’ qui che qualcuno ha pensato bene di rompere il finestrino dell’auto e rubare tutto, dai vestiti agli oggetti personali. Ma lo sconforto vero è arrivato quando la signora si è accorta che le avevano rubato anche un’agenda blu avvolta dal rosario della Madonnina del Miracolo. In quelle pagine da giugno dello scorso anno aveva trascritto la storia sanitaria del figlio. La madre del bimbo, nella speranza di riottenere l’agenda, ha lanciato anche un appello sui social. “Di quell’agenda – scrive la donna rivolgendosi ai ladri – cosa dovete farvene? Vi prego aiutatemi a trovarla, per me è importantissima. Vi prego, lasciatela ovunque qualcuno possa ritrovarla e ricontattarmi. Condividete l’appello #ritroviamolagendinadilorenzo“.

Il sindaco Callipo “restituite l’agenda a quella donna”

“A nome mio personale e della comunità di Pizzo esprimiamo vicinanza, affetto e solidarietà alla nostra concittadina Valentina Sarlo ed alla sua famiglia, vittima di un gesto odioso che, più di ogni altra cosa, le ha portato via la preziosa agenda contenente la delicata storia sanitaria del piccolo Lorenzo, dall’ultimo anno sottoposto ad importanti cure oncologiche”. È quanto dichiara il Sindaco Gianluca CALLIPO unendosi a nome di tutta la Città all’appello forte a far trovare ed a recapitare alla famiglia SARLO quello che non può e non potrà mai essere considerato da nessuno oggetto di refurtiva. “nell’essere vicini, tutti, ai sentimenti che in queste ore sta purtroppo vivendo la mamma di Lorenzo e quanti non le fanno mancare amore ed incoraggiamento come amministrazione comunale – continua il primo cittadino – aderiamo e rilanciamo il messaggio #ritroviamolagendinadilorenzo con la speranza che prevalga comunque un minimo di sensibilità, di civiltà e di senso di umanità in quanti si sono comunque resi autori di un comportamento che condanniamo”.

Si faccia riavere subito a mamma Valentina – conclude Callipo, ringraziando quanti sui social stanno sostenendo l’appello – quell’agenda che per lei e per tutta la comunità di PIZZO rappresenta il valore non solo simbolico ma il significato più autentico del legame straordinario che unisce ogni mamma al proprio figlio”.