ASCOLTA RLB LIVE
Search

Investire nel trading: ecco le migliori piattaforme

In Italia c’è un settore che non conosce crisi ed è quello del trading online, con le sue numerose piattaforme e i suoi molti operatori.

 

Anche i primi dati che sono arrivati nel 2019 hanno confermato la tendenza positiva del settore, portando gli iscritti sulle svariate piattaforme a oltre +6%.

Questo non sorprende, visto che il trading in Italia si espande a macchia d’olio; ormai si contano in giro oltre 11 milioni di conti di utenti attivi che investono mediamente circa 100 euro al mese. Ma non finisce qui, perché la voce si espande, e siccome il trading si sta affermando sempre di più come una solida realtà imprenditoriale, sempre più persone vogliono entrare a farne parte.

Molte piattaforme: ma quali le migliori?

In questo momento, nel settore del trading online sono attivi in Italia almeno una trentina di broker, ognuno di essi mette a disposizione dei suoi clienti la propria piattaforma per investire. Tuttavia, è chiaro che non sempre si tratta di piattaforme di qualità, anzi, in alcuni casi sembra addirittura che manchino le autorizzazioni ad operare.

Per fortuna in Italia la maggior parte dei broker, soprattutto quelli più affermati e conosciuti, è dotato di una piattaforma regolamentata, questo facilita di molto le cose per chi intende investire in Rete e farlo con sicurezza. In Italia è la Consob che si occupa di verificare la presenza di autorizzazioni e sicurezza per chi offre servizi e prodotti finanziari.

Soprattutto con la grande richiesta di negoziazioni online è importante che chi cerca di entrare nel settore lo faccia nel migliore dei modi. Ormai, grazie al trading digitale, quello che era un mondo governato dalle banche, oggi è disponibile per tutti grazie proprio ai broker. Il trading è stato sdoganato e, finalmente, chiunque ha un capitale da investire, può giocarsi le proprie chance in Rete, senza intermediari diretti che decidano per le proprie operazioni finanziarie.

Le piattaforme preferite dagli italiani

In questo momento si conta che nei prossimi mesi potrebbe esserci un’ulteriore richiesta di iscrizioni a broker e questo significa che molte persone si metteranno alla ricerca di informazioni per trovare le piattaforme in grado di offrire il servizio migliore.

Tuttavia, per chi non è un esperto di settore, riuscire a trovare le migliori piattaforme per investire con il trading, non è missione semplice. Ci sono alcuni parametri da rispettare e alcune verifiche da fare.

La prima domanda da porsi quando si cerca una piattaforma è la seguente: il sito internet del broker che la offre è sicuro e affidabile? Se la risposta è si allora si può evitare di perdere tempo e ci si può iscrivere subito, se però sorgono dubbi allora meglio evitare.

In questo momento in Italia ci sono due broker che stanno riscuotendo il maggior successo, andiamo a presentarli per capire chi sono e come operano:

  • 24option: è un marchio con una forte immagine, davvero conosciuto e ben apprezzato a livello internazionale: il broker non è solo sponsor ufficiale della Juventus, ma sin dagli inizi è sempre stato accostato alla leggenda del tennis Boris Becker, una liaison che sembra durare nel tempo e ha in programma altre numerose sponsorizzazioni. Di proprietà della società di servizi finanziari Roedeler Limited, con quartier generale a Limassol, sull’isola di Cipro, questo Broker è autorizzato a operare in tutta Europa grazie alla licenza CySec (rilasciata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission) numero 207/13.
  • eToro: nasce anni fa come classica piattaforma di trading online. Solo da qualche anno ha inserito la possibilità di seguire gli investimenti di altri trader professionisti e di associare una sorta di bacheca social per comunicare agli altri i propri investimenti.