Apre un ristorante-pizzeria abusivo, in un seminterrato di case popolari

Un trentaduenne pregiudicato aveva ‘aperto’ l’attività commerciale nel seminterrato di un complesso di case popolari Aterp

 

PALMI (RC) – Aveva realizzato un vero e proprio ristorante pizzeria, abusivamente, nel vano seminterrato di un complesso di case popolari Aterp dove insistono 46 abitazioni. La polizia locale di Palmi però ha posto i sigilli all’attività con il coordinamento della locale Procura.

La struttura commerciale era stata realizzata da un 32enne, con precedenti e già sottoposto a sorveglianza speciale di Polizia, assegnatario di un alloggio popolare. Anche su internet l’attività veniva pubblicizzata come “pizzeria, rosticceria, polli alla brace”.

Il locale, denominato “Il Borgo“, era composto da un unico vano di circa 90 metri quadri e rispetto al progetto originario è stato ricavato a seguito della fusione della cantina di pertinenza dell’alloggio popolare assegnato all’uomo, con la rimanente porzione di edificio prospiciente il corridoio di servizio alle cantine della stessa scala che costituiva una intercapedine strutturale non accessibile e priva di destinazione d’uso. Erano state infrante, inoltre, le pareti interne e si era preso possesso della corte condominiale realizzando accessi in strada e finestre.