ASCOLTA RLB LIVE
Search

Criptovalute: arriva il rapporto annuale

Ogni anno arriva puntuale il rapporto annuale di Weiss Ratings, ovvero quello di un sito internet molto importante e riconosciuto per i suoi giudizi relativi alle criptovalute

 

Lo scopo dichiarato di Weiss è quello di fornire ai consumatori, agli investitori e ai professionisti gli strumenti per prendere decisioni sagge in fase di negoziazioni ed evitare pericoli finanziari.

Ebbene, anche per il 2019 è arrivato il rapporto pubblicato il 26 marzo che parla del rating delle maggiori criptovalute. Gli esperti del sito hanno premiato criptovalute come Bitcoin, Ripple ed EOS (rispettivamente BTC, XRP ed EOS) con i voti più alti.

Il rapporto porta il nome di Dark Shadows with a Bright Future e analizza un ampio range di criptovalute che arriva a toccare il numero di 120. Queste vengono classificate in base a voti, ma questi stessi voti vengono assegnati in base ad alcune rigide caratteristiche. Alcuni dei parametri fondamentali sono l’adozione e la tecnologia.

Le migliori criptovalute

Come confermato anche dal sito specializzato Criptovalute24 in questo momento una delle valute virtuali migliori in circolazione è proprio XRP che fa capo a Ripple. Secondo CoinMarketCap si tratta della terza valuta al mondo per capitalizzazione di mercato e non è un caso se ha ricevuto una A da Wess Ratings.

XRP è una criptovaluta che piace perché comincia ad ottenere caratteristiche sistemiche vicine ai metodi tradizionali di scambio valutario. Grazie a questa caratteristica Ripple ha cominciato una scalata che ormai molti pensano porterà il suo sistema di trasferimento di denaro a rimpiazzare il famoso Swift.

Il codice Bic Swift è un codice numerico che viene utilizzato in ambito bancario per determinare alcune importanti informazioni quando si riceve o si inoltra un bonifico. In base a tale codice dunque vengono svelati i dati riferibili all’istituto bancario, al prefisso del Paese, al codice della località e al codice della filiale. Il codice Bic Swift viene affiancato all’Iban e ha come funzione quella di indirizzare il flusso di denaro verso il giusto canale.

Ora però con l’avvento di Ripple questo sistema ormai piuttosto datato potrebbe conoscere la sua fine. Ripple infatti permette trasferimenti di denaro sicuri al 100% veloci, ma soprattutto senza le importanti commissioni richieste normalmente dalle banche.

Non solo Ripple, ma anche EOS ha ricevuto una A. EOS è una criptovaluta che si fonda su un nuovo modello di registrazione delle operazioni chiamato blockchain. La dovrebbe fornire agli sviluppatori servizi in grado di agevolare lo sviluppo di nuove applicazioni e la loro scalabilità. EOS è stato progettato per gestire grandi quantità di trading nell’unità di tempo, in modo da poter reggere l’urto delle transazioni di una borsa valori.

Ecco quindi spiegato anche il successo di questa criptovaluta che si sta accaparrando sempre di più i favori della critica e degli investitori. Allo stesso modo anche i Bitcoin che rappresentano ancora nel 2019 un po’ il capostipite di tutte le criptovalute ha ricevuto una A piena. Il voto si bassa soprattutto sulla possibilità per Bitcoin di diventare una riserva di valore per risparmiatori e investitori.

Nel rating seguono altre criptovalute che scendono subito di voto. Ad esempio Ethereum ha ricevuto una votazione di A- e Cardano invece B+ questo perché sono molto apprezzate le funzionalità relative agli smart contracts che queste piattaforme offrono. Le note dolenti per le criptovalute arrivano per quanto riguarda il potenziale di investimento.

In questo caso nessuna criptovaluta ha preso una A piena, ma al massimo si è arrivati a B- per criptovalute come EOS, BTC, XRP e Binance coin la moneta del famoso exchange. In attesa dei risultati del prossimo anno questi rating offrono già indicazioni utili.